direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Sottosegretario agli Esteri Di Stefano ad Algeri: intesa su delimitazione zone marittime e gestione sostenibile delle risorse del mare

MEDITERRRANEO E MEDIO ORIENTE

(foto fonte Camera)

ALGERI – Il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Manlio Di Stefano in visita in Algeria. Di Stefano ha avuto numerosi incontri con esponenti del Governo algerino (tra i quali i Ministri degli Affari Esteri, dell’Energia, del Commercio Estero, dell’Industria e Miniere). A tutti, ha voluto esprimere innanzitutto il sincero ringraziamento per l’amicizia dimostrata dal popolo algerino verso l’Italia di fronte alla diffusione del COVID-19 e la fiducia nella risposta messa a punto dal Governo italiano.

Al centro dei colloqui, l’organizzazione della quarta riunione del Vertice Bilaterale che si terrà ad Algeri nel corso del primo semestre 2020, oltre che la preparazione della prossima sessione del Dialogo strategico, che avrà luogo a Roma, e di un collegato “Business Forum”.

In ambito regionale, Di Stefano ha altresì affrontato con il Ministro degli Affari Esteri Boukadoum il tema del conflitto in Libia, concordando con il suo interlocutore sull’importanza di sostenere gli “sforzi diplomatici messi in campo di recente da entrambi i Paesi a favore di una soluzione politica della crisi libica”.

Infine, il Ministro Boukadoum e il Sottosegretario Di Stefano hanno deciso di istituire una commissione tecnica congiunta per la delimitazione tra i due Paesi delle rispettive aree marittime di interesse esclusivo, secondo i principi stabiliti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare. Si tratta di un primo significativo passo per raggiungere una soluzione equa e mutualmente accettabile e promuovere ulteriormente le relazioni bilaterali anche in tale settore.

“È importante ribadire ancora una volta – ha affermato Di Stefano – che contrariamente alle speculazioni politiche create ad arte in Italia, i nostri interessi marittimi non sono in alcun modo minacciati dall’Algeria, paese amico e predisposto al dialogo. Ci avviamo anzi a definire, di comune accordo con Algeri, una nuova intesa sulla gestione degli interessi comuni nel Mar Mediterraneo.” (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform