direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il sottosegretario agli Esteri Amendola a Gedda in Arabia Saudita

DIPLOMAZIA ECONOMICA

Illustrate agli imprenditori sauditi le opportunità economiche- commerciali offerte dal sistema Italia per l’aumento degli investimenti nel nostro Paese

 

GEDDA – Secondo giorno di missione in Arabia Saudita per il sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola, ieri in visita Gedda. Amendola, accompagnato dall’ambasciatore d’Italia in Arabia Saudita Luca Ferrari, ha incontrato il governatore di Gedda, il principe Mishaal bin Majid. Al centro del colloquio le crisi nella regione mediorientale, le relazioni bilaterali economiche, commerciali e industriali tra i due Paesi.

A seguire il sottosegretario ha incontrato presso la Camera di vommercio di Gedda una qualificata compagine di imprenditori sauditi. “L’Arabia Saudita – ha sottolineato Amendola – grazie anche alle prospettive che si apriranno con l’implementazione di “Vision 2030” ha le potenzialità per diventare un grande hub internazionale, un punto di connessione strategica tra Asia e Europa”.

“I nostri Paesi – ha proseguito poi l’ambasciatore Ferrari – sono partner ideali in un quadro di cooperazione basato sulla condivisione delle migliori pratiche, il trasferimento di tecnologia, la formazione e gli investimenti”.

È stato, inoltre, sottolineato che la decisione di rivitalizzare il Business Council saudita-italiano, così come quella di riunire a Roma prima dell’estate la Commissione mista vanno nella direzione giusta e sono parte di una strategia per promuovere le nostre già forti relazioni economiche.

Nel corso della riunione sono state illustrate agli imprenditori sauditi le opportunità economiche- commerciali offerte dal sistema Italia per l’aumento degli investimenti sauditi nel nostro Paese.

Amendola, nel pomeriggio, ha avuto dei colloqui presso l’Organizzazione per la Cooperazione Islamica. Nel corso dell’incontro il membro di Governo ha sottolineato l’importanza di lavorare insieme per favorire – nella aree di crisi che interessano l’area MENA – un ordine basato sul dialogo e che, senza interferenze esterne, garantisca ai Paesi interessati la piena owenership di questo processo. Durante l’incontro sono state inoltre evidenziate le iniziative poste in essere dall’Italia per promuovere il dialogo con le comunità musulmane e avviare una discussione sui valori condivisi e il rispetto reciproco.

Infine, in serata il sottosegretario ha avuto un incontro con il presidente del Centro Studi per il Medio Oriente, il generale Anwar Eshk. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform