direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il sindaco De Ruggieri: “Matera, méta naturale per un turismo esperienziale. I parchi della storia dell’uomo racconteranno al mondo l’unicità di questi luoghi”

MATERA  CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA

 

MATERA – “Matera è pronta ad accogliere tutti i turisti che vorranno visitarla. Spero, nel tempo, che la città possa essere méta di un turismo sempre più consapevole della storia del luogo”.

Lo ha detto il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, a margine della conferenza stampa di presentazione della diretta Rai in occasione della cerimonia di inaugurazione di Matera 2019.

Incalzato dalle domande dei giornalisti, il primo cittadino della città lucana ha sottolineato che “il turismo emozionale, esperienziale, esistenziale e culturale, non quello meramente legato al consumo, si addice ad una città come Matera. Non si può – ha continuato  – venire qui solo per essere abbagliati, per vedere, ma per capire, per comprendere. Dietro questa bellezza c’è la fatica della sua comunità che è sempre in ascesa, sempre pronta a costruire nuova storia. Vogliamo che i turisti diventino cittadini temporanei di Matera che entrino nella nostra cultura, che scambino con noi esperienze e informazioni e che vadano via arricchiti da questo scambio. Per questo – ha spiegato il sindaco – stiamo realizzando i parchi tematici della storia dell’uomo. In un luogo unico e universale racconteremo l’evoluzione umana dalla selce al silicio, dai buchi neri delle grotte preistoriche ai buchi neri dello spazio celeste che qui vengono osservati dal centro di geodesia dell’Asi di Murgia Timone. Siamo consapevoli – ha concluso De Ruggieri – che il turismo non può rappresentare il solo elemento per costruire il futuro economico di questa città. Nella città della storia, il futuro non può che essere la scienza. Matera ha l’ambizione di costruire il suo sviluppo coniugando autenticità e tecnologia, identità e innovazione. 14 imprese dell’hi-tech, in collaborazione con il Cnr, si insedieranno nel nostro hub tecnologico. E’ questa la strada da percorrere per stabilizzare lo sviluppo della nostra città che, dal Sud, vuole indicare una strada possibile per il rilancio del Mezzogiorno”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform