direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il senatore Giacobbe (Pd- ripartizione Asia-Africa-Oceania-Antartide) ricorda nell’Aula di Palazzo Madama la figura del giornalista editore Ubaldo Larobina recentemente scomparso in Australia

ITALIANI ALL’ESTERO

 

ROMA – Il senatore Francesco Giacobbe ha voluto rendere omaggio e ricordare, nell’Aula di Palazzo Madama, il giornalista Ubaldo Larobina venuto a mancare recentemente in Australia. Di lui Giacobbe ha voluto evidenziare i molteplici aspetti: Larobina fu infatti imprenditore e giornalista, fondatore del più grande network di informazione italiana in Australia, ossia “Il Globo”. “Non è un atto di commiato, anche esso dovuto, ma è un modo perché la memoria di quanto fatto da Ubaldo Larobina possa rimanere custodito anche qui, negli archivi di quest’aula sacra alla nostra democrazia; così come merita chi, come Larobina, ha speso la sua vita professionale e privata per la comunità italiana, per far sì che i tantissimi emigrati come lui potessero avere una vita migliore”, ha rilevato Giacobbe ricordando brevemente la vita del giornalista che giunse in Australia nel lontano 1957. “L’Australia che lo accolse nel 1957 non era quel grande Paese multiculturale che oggi conosciamo. Gli anni ‘50 in generale non erano quella realtà erudita e progressista del mondo occidentale moderno. Anche noi italiani non godevamo di quell’apprezzamento e di quella ammirazione che abbiamo saputo costruire nel mondo intero nel corso dei decenni successivi, anche e soprattutto grazie ai tantissimi emigrati che come Ubaldo Larobina hanno fatto conoscere ad altre culture, ad altre lingue, ad altre tradizioni, quanto l’Italia e la sua gente fossero capaci di offrire al mondo”, ha aggiunto Giacobbe che ricorda anche la data di fondazione del giornale “Il Globo” risalente al 1959. “Nel corso dei decenni il giornale è cresciuto, insieme alla sua comunità di lettori e agli italiani d’Australia. Il contributo offerto all’accoglienza dei nostri emigrati, che in quegli anni arrivavano dall’altra parte del mondo in nave e non conoscevano né la lingua inglese, né le usanze del nuovo mondo, è stato straordinario; inferiore, forse, solo al contributo che lo stesso giornale ha dato per la formazione dell’Australia multiculturale che conosciamo oggi”, ha sottolineato il senatore precisando come Larobina abbia in seguito acquisito anche un altro storico giornale italiano in terra australiana: “La Fiamma” la cui testata nacque dalla volontà dei frati Cappuccini. “Sempre a Ubaldo Larobina va dato il merito di aver traghettato queste testate giornalistiche dagli anni ‘50 ai giorni nostri. Esse, infatti, sono tutte ancora in piena attività e al gruppo editoriale si è aggiunta anche una televisione in streaming che di recente ha chiuso un accordo con la Rai”, ha spiegato Giacobbe che di Larobina ha menzionato le origini calabre e una romanità d’adozione. Giacobbe ha altresì ricordato come un direttore storico de “Il Globo”, il compianto Nino Randazzo, sia stato il primo senatore italiano eletto nella circoscrizione australiana. “Io stesso, emigrato giovane da poco giunto in Australia, dalle colonne del suo giornale e dalle frequenze della sua radio ho curato rubriche e condotto programmi radiofonici per assistere gli italiani all’estero con problematiche di tipo previdenziale e fiscale. La sua scomparsa è una grande perdita per tutti noi, ma la sua eredità culturale e umana rappresenta un tesoro unico e inesauribile che sarà conservato nella memoria”, ha concluso Giacobbe. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform