direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Il racconto dei luoghi e del tempo”: a Valerio Massimo Manfredi il Premio letterario Friuli Venezia Giulia

CULTURA

A “Pordenonelegge” la cerimonia della prima edizione del premio istituito dalla Regione

 

Per il racconto “Aquileia. Defensores urbis”. Lo scrittore: “Aquileia è una città epica”

 

PORDENONE  – La Regione Friuli Venezia Giulia ha premiato lo scrittore, storico e archeologo Valerio Massimo Manfredi, vincitore della prima edizione del Premio letterario Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”, istituito quest’anno dall’Amministrazione regionale con Fondazione Pordenonelegge per valorizzare con la narrazione di un importante autore un luogo della regione e la sua storia.

La premiazione, avvenuta nel corso del festival Pordenonelegge, si è svolta alla presenza delle autorità e degli scrittori Paolo Maurensig, presidente della giuria, e Gian Mario Villalta, componente della giuria e direttore artistico di Pordenonelegge.

Attraverso questo riconoscimento – ha spiegato l’amministrazione regionale – edizione dopo edizione si comporrà una mappa di autorevoli “compendi” narrativi: un affresco polifonico dei luoghi della regione nel tempo, nel quale bene si rispecchia la definizione consegnata da Ippolito Nievo, nella sua opera maggiore, “Il Friuli, un piccolo compendio dell’universo”.

Villalta ha dialogato con Manfredi raccontando le ispirazioni alla base del racconto inedito che Valerio Massimo Manfredi ha composto dopo aver accettato la proposta della giuria.

Il racconto sarà il volumetto di apertura della collana Compendi, avviata da Italo Svevo Editore per raccogliere i testi dei vincitori del Premio letterario.

La scelta del primo vincitore, Valerio Massimo Manfredi – ha osservato la giuria nelle motivazioni – esprime l’attenzione di questa edizione inaugurale per la narrazione storica e per un grande autore che, nel tempo, ha più volte dedicato le sue ricerche e le sue ricostruzioni, fra storia e fiction, a luoghi e personaggi del Friuli Venezia Giulia.

“Aquileia. Defensores urbis”, questo il titolo del racconto, fra ricostruzione storica e leggenda proietta il lettore nella Storia e dimostra come, attraverso i secoli, l’esercizio del potere da parte degli esseri umani si scopra incredibilmente fragile, se messo al cospetto del destino.

“Ogni volta che sono a Aquileia, mi commuovo”, ha rivelato Manfredi, raccontando che la proposta del Premio è giunta mentre era al lavoro sul suo prossimo romanzo, ora provvisoriamente intitolato “Quaranta giorni”. “Amo Aquileia perché è una città epica, perché lì si è creato e rafforzato il senso di salvare la propria patria. Di Aquileia per questo ho parlato spesso nelle mie opere”, ha aggiunto a margine della cerimonia di premiazione.

Archeologo specialista in topografia antica, Valerio Massimo Manfredi ha insegnato in prestigiosi atenei e condotto scavi e spedizioni in Italia e all’estero. E’ autore di soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione. Collabora come giornalista scientifico a varie testate in Italia e all’estero. E’stato conduttore televisivo del programma Stargate – linea di Confine e Impero. Come autore di narrativa ha avuto un grande successo internazionale, vendendo oltre dodici milioni di copie dei suoi romanzi. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform