direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Presidente Mattarella riceve i rappresentanti delle Accademie nazionali delle Scienze dei Paesi del G7, in occasione del S7 + SSH7 Academic Summit

QUIRINALE

(Fonte foto Presidenza della Repubblica)

ROMA – “Sono davvero molto lieto di poter incontrare i rappresentanti delle Accademie delle Scienze dei Paesi del G7 e delle Associazioni internazionali delle Accademie delle Scienze, ciascuna delle quali, nel proprio Paese, è chiamata a svolgere funzioni di custodia e anche, in qualche modo, di garanzia della scienza”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che  ha ricevuto al Quirinale i rappresentanti delle Accademie nazionali delle scienze dei Paesi del G7, in occasione del S7 + SSH7 Academic Summit, dal titolo “Science for the Future. Challenges, Responsibilities and Opportunities”. In rappresentanza dell’Accademia nazionale dei Lincei, organizzatrice della conferenza, erano presenti il Presidente Roberto Antonelli e il Vice Presidente Giorgio Parisi.

Dopo l’indirizzo di saluto del Prof. Antonelli, sono stati consegnati al Presidente Mattarella i documenti elaborati dalle Accademie delle scienze su sei grandi temi di interesse globale: Controllo degli Armamenti Nucleari, Salute, Scienza dei beni culturali, Agricoltura, Intelligenza artificiale, Disuguaglianze sociali. Gli argomenti dei documenti “sono tutti di grande importanza” ha sottolineato Mattarella: “dall’avviso di allarme per gli armamenti nucleari, con un imprevedibile ritorno alla minaccia di adoperarne, accompagnata dalla ricerca e definizione crescente di nuovi armamenti, dagli effetti sempre più dirompenti e conseguenze sempre più crudeli, agli aspetti che riguardano la vita sociale nell’umanità. Dalla sicurezza alimentare, alla tutela della salute, alla considerazione delle diseguaglianze sociali e della povertà. Condizioni di povertà e diseguaglianza gravemente e altamente presenti tuttora e, per qualche aspetto, in aumento anche nei Paesi sviluppati”. Riguardo all’Intelligenza Artificiale, il Capo dello Stato ha detto che si tratta di un “tema affascinante che ripropone il costante interrogativo all’umanità rispetto alle opportunità che la ricerca scientifica offre con i suoi avanzamenti . Con la sollecitazione che se ne faccia un uso positivo e si evitino usi distorti, negativi e pericolosi”. “La scienza offre opportunità straordinariamente grandi; tocca poi all’umanità, alle sue istituzioni organizzate, farne l’uso migliore” ha aggiunto il Presidente  Il Capo dello Stato ha poi come il patrimonio culturale sia un “giacimento di saggezza dell’umanità”:  “L’andamento dei rapporti tra l’umanità e la cultura somiglia all’oscillazione di un pendolo. Quando il pendolo si allontana dal patrimonio culturale emergono – come appare in questa stagione nel mondo – tentazioni di scontri, contrapposizioni, guerre, violenze, indifferenza alle ragioni altrui. Quando il pendolo si avvicina al patrimonio culturale, l’umanità si indirizza verso strade di progresso, di benessere, di serenità, di pace”. L’auspicio del Presidente Mattarella è che non soltanto nel G7  ma nel G20 e nell’intera comunità internazionale si accolgano queste indicazioni, perché il pendolo rimanga sempre vicino al patrimonio culturale: garanzia per il futuro dell’umanità”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform