direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il presidente del Comitato delle Associazioni Venete Emigranti in Svizzera (Caves) critica la sospensione perl’anno in corso della Consulta dei Veneti nel Mondo

ASSOCIAZIONI

Lucio Alban scrive una lettera aperta all’assessore ai servizi sociali con delega ai flussi migratori della Regione Veneto

 ZURIGO – Il presidente del Comitato delle Associazioni Venete Emigranti Svizzeri (Caves), Lucio Alban, scrive una lettera aperta indirizzata all’assessore ai servizi sociali con delega ai flussi migratori della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, in merito alla decisione di sospendere per l’anno in corso la realizzazione della Consulta dei Veneti nel Mondo e del Meeting del Coordinamento dei Giovani veneti e oriundi veneti.

 Una decisione, quella assunta dall’assessore e comunicata via lettera nei giorni scorsi ad associazioni, comitati e federazioni venete operanti all’estero, che “desta fortissima preoccupazione – scrive Alban…e che mette davanti a un fatto compiuto le Federazioni estere che non hanno peso politico”. “Con questa decisione si è tolta l’unica possibilità annuale d’incontrare i rappresentanti delle Federazioni estere che, invece, proprio perché è iniziato un nuovo mandato, avrebbe dovuto incontrare. Per noi non è un buon inizio – rileva il presidente del Caves, riportando, come argomentazione contro di tale decisione, parte dell’articolo dello Statuto regionale approvato il 17 aprile 2012 in cui si afferma che “il Veneto, consapevole della storia comune, mantiene i legami con i veneti nel mondo, favorendo la continuità di rapporto e di pensiero e valorizzando gli scambi e i legami con i paesi nei quali vivono”. “Belle parole – chiosa, – ma se alle parole non si dà contenuto il risultato è il nulla. Le buone intenzioni da sole non bastano”.

 Alban lamenta come non vi sia futuro per i corregionali residenti all’estero e il mantenimento di un legame con la Regione di origine se “veniamo messi sempre all’ultimo posto nelle priorità della politica regionale”, una scelta che sarebbe certificata dalle risorse destinate alle politiche ad essi destinate, quota inferiore – evidenzia – a quella stanziata per esempio dalla sola provincia di Trento o dalla Basilicata, che sono realtà più piccole rispetto al Veneto. Pur essendo esiguo, in ogni caso, lo stanziamento nei confronti dei corregionali all’estero deve essere garantito – prosegue il presidente del Caves, sollecitando uno studio del “reale impatto economico dei veneti all’estero per la Regione, che non vanno visti solamente sotto l’aspetto delle radici culturali” e “sono una opportunità e non un peso”.

 La missiva richiama inoltre le associazioni con sede in Veneto ad una riflessione su istanze ed importanza dei sodalizi dei corregionali all’estero, sulla nuova fisionomia e caratteristiche di questi ultimi: nuova emigrazione, iscritti all’Aire che per la maggioranza dei veneti sono nati all’estero e non emigrati, e milioni di discendenti veneti. “Viene da pensare che non ci sia cognizione di questa realtà molto diversa dal passato e dalle origini del fenomeno migratorio veneto. Nella mente c’è ancora la vecchia valigia di cartone – scrive Alban, che invita l’assessore Lanzarin a visitare i Paesi in cui la presenza veneta è più significativa, “se veramente vuole conoscere queste realtà” e “se intende essere l’assessore di tutti i veneti”. Alban si dice inoltre contrario all’ipotesi di realizzare al posto della Consulta incontri via web. “A parte le difficoltà dei fusi orari, la Consulta – scrive – non è per questioni tecniche, ma per questioni politiche e umane. Sarebbe come se le sedute del Consiglio regionale si facessero via web. Se intende promuovere politiche per i veneti nel mondo programmi al più presto una Consulta perché le problematiche dei veneti e delle associazioni all’estero non sono uguali a quelle dei veneti in Regione. Se ci verrà data cittadinanza – conclude Alban – noi faremo la nostra parte”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform