direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il ministro Gentiloni a colloquio con l’omologo messicano Meade su cooperazione commerciale, dialogo politico e diritti umani

ITALIA-MESSICO

 

ROMA – A margine dell’evento di chiusura del Foro Italo-Latino Americano sulle Piccole e Medie Imprese (PYMES) il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha incontrato a Roma, Villa Madama, il ministro degli Esteri messicano José Antonio Meade Kuribreña. La Farnesina informa che ,oltre a svolgere una panoramica degli eccellenti rapporti bilaterali, i due ministri hanno in particolare discusso delle “opportunità per le piccole e medie imprese che con il sistema dei distretti industriali – ha detto Gentiloni – hanno creato la vera ricchezza, lo sviluppo sociale e il lavoro in Italia”.

“L’internazionalizzazione di questo modello – ha aggiunto il ministro – è per noi strategica e le potenzialità di sviluppo della cooperazione economica e commerciale con il Messico sono estremamente promettenti, date le dimensioni dei rispettivi mercati e le sinergie esistenti in molti settori”.

Altri temi principali dell’incontro sono stati l’organizzazione della VII Conferenza Italia – America Latina e Caraibi del prossimo giugno 2015, la sicurezza, con particolare riferimento alla lotta al narcotraffico, e la IV Commissione Binazionale, che si dovrebbe svolgere in Messico, il prossimo marzo.

Il ministro Gentiloni ha poi rappresentato al suo omologo – informa  ancora la Farnesina – la forte impressione suscitata in Italia dai tragici fatti di cui sono stati vittime gli studenti di Iguala, incoraggiando il Governo messicano a fare tutto quanto in suo potere per individuare e punire i colpevoli e i mandanti. Il ministro Meade si è detto conscio – riferisce infine la Farnesina – della grande attenzione con cui il caso è seguito in Messico e nel mondo ed ha informato il ministro Gentiloni sulle misure già intraprese dal suo governo per assicurare i responsabili alla giustizia e sulle riforme legislative in corso per evitare il ripetersi di simili tragici fatti.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform