direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Ministro Di Maio ha incontrato il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale somalo, Abdisaid Muse Ali

ESTERI

 

ROMA – Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha avuto un colloquio con il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale somalo, Abdisaid Muse Ali.

Nel rivolgere all’interlocutore le congratulazioni per il nuovo incarico, il Ministro Di Maio ha ricordato le storiche e profonde radici del rapporto bilaterale, auspicando che la collaborazione possa ulteriormente rafforzarsi nei numerosi settori di comune interesse.

Il titolare della Farnesina ha innanzitutto confermato il tradizionale impegno italiano per la sicurezza in Somalia. Egli ha quindi auspicato una pacifica continuazione del processo elettorale, evidenziando l’aspettativa italiana ed europea per una sua conclusione senza ulteriori ritardi.

È stato quindi riaffermato il sostegno al processo a guida africana volto a riconfigurare la missione AMISOM, al fine di rafforzarne la dimensione civile e di assicurare un ruolo più incisivo delle Forze di Sicurezza somale.

Il Ministro Di Maio ha poi ricordato l’importante impegno italiano per la stabilità e la sicurezza della Somalia, sia sul piano bilaterale, per la formazione delle Forze di Sicurezza somale, sia a livello europeo, con una qualificata partecipazione alle tre missioni EUTM, EUCAP Somalia ed EUNAVFOR Atalanta.

Infine, il titolare della Farnesina ha valorizzato le numerose iniziative avviate dall’Italia in Somalia, Paese prioritario della cooperazione italiana allo sviluppo, in particolare nei settori dello sviluppo rurale, delle infrastrutture, della sicurezza alimentare, della sanità e dello sminamento umanitario, nonché i contributi di emergenza. A tale impegno, si aggiunge il tradizionale sostegno alla Università Nazionale somala, alla luce dell’importanza che l’Italia attribuisce al settore dell’istruzione. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform