direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il messaggio del Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico per il 42° anniversario della strage alla stazione di Bologna

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Roma  “La strage di Bologna rappresenta drammaticamente l’orrore e l’abisso toccato dal terrorismo e dalla strategia eversiva nel nostro Paese. Ricordarla nel quarantaduesimo anniversario significa innanzitutto rendere omaggio agli ottantacinque innocenti uccisi, ai sopravvissuti, ai familiari delle vittime e alla loro Associazione, alla quale va tutta la nostra gratitudine e riconoscenza per aver mantenuto viva la memoria, sostenendo con forza e determinazione la domanda di verità e giustizia. E costituisce altresì l’occasione per ribadire l’impegno delle Istituzioni a fare piena luce su questa dolorosa pagina, come pure su tutte le altre vicende oscure della nostra storia recente”. Inizia così il messaggio che il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, ha inviato al Sindaco di Bologna, Matteo Lepore, in occasione della commemorazione della tragedia del 2 agosto 1980.

“Il dolore dei familiari delle vittime – continua Fico – è stato acuito da anni di ambiguità, depistaggi e colpevoli lacune di una giustizia negata”. Il Presidente ha poi ricordato che da parte della Camera si è provveduto ad un’opera di declassificazione e pubblicazione degli atti formati o acquisiti dalle commissioni parlamentari di inchiesta, accessibili in un apposito portale.

“Ma è ancor più importante – continua Fico – rilanciare l’impegno per la effettiva attuazione delle direttive adottate dai Presidenti del Consiglio dei ministri – l’ultima delle quali nell’aprile dello scorso anno – al fine di rendere pubblici i documenti relativi ad alcuni tragici eventi della nostra storia. Questo percorso di verità e di trasparenza è essenziale per la salute della democrazia. È una prova di autorevolezza dello Stato, della sua capacità di tutelare i cittadini contro chi mette in pericolo i fondamenti della nostra comunità.  L’auspicio – conclude il Presidente della Camera – è che, anche grazie a questa attività di declassificazione, possano essere finalmente compiuti quei passi decisivi che ancora ci separano dal raggiungere una piena verità”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform