direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il gala newyorkese della Niaf. Un grant e tanti riconoscimenti

STAMPA ITALIANA ALL’ESTERO

Da America Oggi, 5.4.2014

NEW YORK – La sala ricevimenti Cipriani on 42nd Street ha registrato il tutto esaurito giovedì in occasione del tradizionale gala newyorkese di primavera della National Italian American Foundation, che ha richiamato 500 partecipanti.

Ha fatto gli onori di casa la corrispondente della Cbs Alexis Christoforous che ha detto di non lasciarsi ingannare dal nome, spiegando di essersi meritata la presenza all’evento avendo mamma italiana e padre cipriota.

Il chairman della Niaf, Joseph Del Raso ha annunciato l’assegnazione di un grant di mezzo milione di dollari alla University of Maryland per uno studio sull’influenza di Roma Antica negli Stati Uniti attuali.

È chiamato Ernest Pellegri Grant dal nome del contributore della Niaf ed è destinato al Department of Classic presso il College of Arts and Humanities dell’Università del Maryland, con l’obiettivo di promuovere lo studio della lingua latina e l’antica cultura dell’Impero Romano, dando la possibilità agli studenti di recarsi in Italia per studi e ricerche.

Come di consueto, anche in questa edizione 2014 del gala newyorkese, la Niaf ha consegnato una serie di riconoscimenti a personalità della collettività che si sono particolarmente distinte nei rispettivi campi professionali e nelle attività di volontariato e associazionismo.

Lo “Special Achievement Award in Financial Services” è stato assegnato a Carmine Di Sibio, global managing partner dell’organizzazione EY che comprende 170 mila dipendenti in ogni angolo del globo con un fatturato annuale di oltre 27 miliardi di dollari e presenze in 140 paesi.

Durante i 28 anni della sua carriera Di Sibio ha ricoperto numerosi incarichi di rilievo ed attualmente è senior advisory partner per Fortress, Chubb, Bank of America, Wells Fargo, Citigroup e JPMorgan.

Lo “Special Achievement Award in Real Estate and Design” è stato assegnato a Joseph Brancato, managing principal dello studio di architettura e design Gensler con sede a New York.

Portano la sua firma alcuni grandiosi progetti sia di interni che di nuove realizzazioni come Euro Disney Corporate Center in Francia, la Hearst Tower Interiors a New York, il campus del centro studentesco della St. John’s University in Queens, che gli sono valsi una infinità di riconoscimenti durante la sua carriera.

Authenticity, history, tradition. È questo il motto di Mary Ann Esposito, una delle pioniere dello stile italiano a tavola che l’ha resa popolare in televisione, anni prima della nascita di Food Network.

A Mary Ann Esposito, creatrice del programma televisiso di cucina “Ciao Italia” in onda sulla Pbs, la Niaf ha consegnato lo “Special Achievement in Culinary Art” per aver insegnato a  milioni e milioni di americani l’arte del mangiar bene dal piccolo schermo, con un record di stagioni d’ascolto con il suo programma che quest’anno compie il 25esimo anniversario.

Mary Ann Esposito è di casa anche in altri spazi nazionali televisivi dove sovente è stata ospite del “The Today Show”, “Regis and Kelly”, Martha Stewart e Discovery Channel, tanto per citarne alcuni.

La sua fama ha varcato anche i confini nazionali e conta un’audience a livello internazionale, dopotutto può vantare di aver lavorato assieme a top e storici chef come Julia Child, Todd English, Daisy Martinez, Jacques Pepin e Martin Yan con i quali condivide la passione per autenticità, storia e tradizione.

Lo scorso anno Mary Ann Esposito è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha incassato l’abito premio Artusi, una laurea honoris causa dal St. Anselm College e, infine l’Italian Trade Commission l’ha inserita nella Hall of Fame.

Durante la sua carriera passata di fronte ai fornelli, Mary Ann Esposito ha scritto qualcosa come 12 ricettari e l’ultimo in ordine di tempo è intitolato “Ciao Italia Family Classic”.

Infine, all’ex generale dei Marine, Frank Libutti è andato lo “Special Achievement Award in Military Service”, dopo una carriera che si è protratta per 35 anni con destinazioni Vietnam, Giappone, Corea, Kenya e Somalia dove ha comandato oltre 80 mila Marines.

Dopo il suo ritiro dal servizio effettivo nel 2001, Libutti ha assunto posizioni di altrettanto rilievo, tra cui il Dipartimento anti-terrorismo in seno alla polizia di New York e, successivamente è stato nominato sottosegretario al Departmento of Homeland Security per le operazioni di intelligence.

Attualmente Libutti è chairman di Digital Fusion, uno studio di ingegneria e tecnologia e presidente di Pss Global.

Ospite del gala anche il console generale Natalia Quintavalle e una delegazione della Regione Lombardia che sarà la Regione d’onore alla XXXIX convention annuale italoamericana della Niaf nella capitale, in calendario il 24 e 25 ottobre prossimi al Washington Hilton Hotel.

Intanto, un gruppo di ragazzi italoamericani ha già pronto per l’uso un programma di soggiorno e studio allestito con la Regione Campania che dal 10 al 24 giugno ospiterà studenti americani che partecipano al programma “Ambassador Peter Secchia Voyage of Discovery” che la Niaf promuove ogni anno.  (Riccardo Chioni – America Oggi /Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform