direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Console Generale a Londra Marco Villani sul servizio di emissione dei passaporti in favore dei cittadini iscritti all’AIRE

ITALIANI ALL’ESTERO

LONDRA (Regno Unito) – “Cari connazionali, a seguito di numerose richieste e segnalazioni pervenute dai nostri cittadini, ritengo utile comunicare quanto segue in merito al servizio di emissione dei passaporti in favore dei cittadini iscritti all’AIRE”, posta  su Facebook il Console Generale d’Italia a Londra Marco Villani.

Attualmente, l’Ufficio Passaporti sta processando un cospicuo numero di appuntamenti in Sede e pratiche che arrivano per posta dagli Uffici consolari onorari – prosegue Villsni -. Nel corso del 2020, infatti, il Consolato Generale ha emesso 25.102 passaporti, di gran lunga il primo in questo settore fra tutti gli uffici consolari italiani nel mondo con una quota pari all’11,3% di tutti i libretti emessi dall’intera rete diplomatico-consolare italiana nel mondo, costituita da oltre 200 fra Ambasciate e Consolati.

Consci dei disagi che l’inevitabile rallentamento dei servizi alla persona ha determinato nel corso del 2020 e in questo primo spiraglio del 2021, stiamo lavorando al meglio delle nostre capacità per soddisfare nella massima misura possibile l’enorme, crescente domanda di servizi consolari.

Tuttavia, non possiamo non tenere conto dell’attuale emergenza sanitaria ed epidemiologica che sta colpendo severamente il Regno Unito. In queste settimane, continuiamo a ricevere ogni giorno nei nostri uffici per tutti i servizi consolari erogati dal Consolato Generale fra le 100 e 150 persone con rigidi protocolli sanitari. Come per la maggior parte dei servizi, non abbiamo mai chiuso, nemmeno nei periodi più critici, come quello attuale. Al momento, purtroppo, non è possibile fare di più senza mettere a rischio la salute di pubblico e personale della Sede, il quale è suddiviso in due squadre settimanali per permettere, in caso di contagio di una squadra, la sostituzione immediata senza l’interruzione del servizio.

Il nostro ufficio passaporti riceve ogni giorno fra le 70 e le 90 persone che hanno un appuntamento prenotato, che si rivolgono all’ufficio per avere un Emergency Travel Document e per il servizio per passaporti di emergenza in situazioni di immediata e comprovata urgenza di natura professionale, sanitaria e personale. L’operatività del centralino (temporaneamente sospeso) e gli slot disponibili tramite Prenota On Line (sempre attivo) sono commisurati alle capacità di smaltimento degli appuntamenti da parte dell’ufficio, che tiene in questo momento conto anche delle note restrizioni volte a contenere l’emergenza sanitaria.

Sempre in un’ottica di migliorare le crescenti richieste dell’utenza, abbiamo assicurato, per chi decide di richiedere il passaporto in Italia, una risposta rapida alle richieste di nulla osta e delega per il rilascio di passaporti in favore di iscritti AIRE da parte delle Questure italiane.

Sempre per quanto riguarda i passaporti, siamo consapevoli che il possesso di tale documento e’ considerato fondamentale nell’ottica della Brexit. Ci tengo pertanto a ricordare anche che l’Home Office ha recepito le indicazioni del Governo italiano in merito alla proroga della validita’ dei documenti (passaporti compresi) scaduti fino al 30 aprile 2021, che pertanto possono comunque essere utilizzati per finalizzare la richiesta di registrazione nell’ambito dell’EU Settlement Scheme, come riportato alla pagina 28 delle linee guida pubblicate dall’Home Office e disponibili al seguente link: https://assets.publishing.service.gov.uk/…/main-euss-guidan… .

Inoltre, le Autorita’ britanniche riconoscono la carta di identita’ come documento valido per fare ingresso nel Regno Unito fino al 30 settembre 2021 per i non residenti e fino al 31 dicembre 2025 per coloro che hanno ottenuto il pre-settled o il settled status. https://www.gov.uk/…/visiting-the-uk-as-an-eu-eea-or-swiss-… .

Proseguiremo nel rimanere aperti, confermare tutti gli appuntamenti fissati, offrire la possibilità di ricalendarizzare gli appuntamenti per coloro che (comprensibilmente) ritengano opportuno non intraprendere viaggi in questo momento e, soprattutto, continueremo a garantire i servizi indifferibili e l’assistenza in casi di immediata e comprovata urgenza.

Ci troviamo in una situazione senza precedenti, che sta mettendo a dura prova ogni settore della nostra società, come dimostrano le necessarie restrizioni adottate dal Governo britannico. Alla luce di tutto questo – conclude il Console Generale Marco Villani – , non possiamo che chiedere ai nostri cittadini di avere pazienza. Da parte nostra, assicuriamo il massimo impegno, non appena la situazione sanitaria nel Regno Unito lo consentirà, a rendere disponibili un numero maggiore di slot per gli appuntamenti per il rilascio/rinnovo del passaporti”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform