direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia approva una mozione per la revoca dell’onorificenza conferita dalla Repubblica italiana a Tito nel 1969

MEMORIA

Codarin (AVGD) : Sulle tragedie del popolo giuliano-dalmata manca ancora l’unanimità

TRIESTE – A distanza di cinque anni dall’interpellanza che il consigliere regionale Rodolfo Ziberna, oggi sindaco di Gorizia, fece affinché la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia si adoperasse presso le opportune sedi istituzionali affinché venisse revocata l’onorificenza conferita dalla Repubblica italiana a Josip Broz “Tito” nel 1969, un analogo provvedimento è andato a buon fine. Lo segnala in una nota il Presidente dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Renzo Codarin.

Codarin rileva come stavolta la mozione presentata dall’Assessore Roberti sia stata approvata. “L’iter non è semplice, – aggiunge poiché adesso il sollecito dovrà essere recepito dal governo e dovrà intanto proseguire la proposta di legge che richiede la modifica del regolamento che presiede alla concessione dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, in maniera tale da poterla ritirare anche con riferimento a personalità che nel frattempo sono defunte”. In proposito  Codarin ricorda le persecuzioni, gli eccidi e le deportazioni verso i campi di concentramento jugoslavo subite dagli italiani del confine orientale da  parte dell’esercito i Tito, nonché le pressioni che indussero decine di migliaia di istriani, fiumani e dalmati ad abbandonare le terre in cui vivevano radicati e che furono annesse alla Jugoslavia comunista. Codarin sottolinea inoltre come ancora una volta, come è già avvenuto in passato in occasione dell’approvazione parlamentare della legge istitutiva del Giorno del Ricordo nel 2004,  un’iniziativa così importante riguardante le tragiche vicende che colpirono l’italianità nell’Adriatico orientale, non sia stata premiata dal voto unanime da parte del Consiglio regionale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform