direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il consigliere del Maeci Giovanni Maria De Vita (Dgit) all’evento “BestMed Project” illustra l’impegno della Farnesina per la promozione del “turismo delle radici” in Italia

TURISMO DELLE RADICI

ROMA – Giovanni Maria De Vita, consigliere del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale,(Dgit) è intervenuto all’evento “BestMed Project”, che si è svolto oggi, 16 dicembre, a Roma, per illustrare l’impegno della Farnesina per la promozione del “turismo delle radici” in Italia.

“Il turismo delle radici – ha spiegato De Vita –  rappresenta uno specifico segmento turistico che si rivolge alle comunità italiane e ai discendenti italiani all’estero (per un totale stimato di circa 80 milioni di persone). Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dell’Italia ne ha sempre riconosciuto le potenzialità, ed esso anzi oggi gioca un ruolo essenziale nella ripresa del turismo in Italia”.

“I tour delle radici vanno oltre i percorsi turistici tradizionali. Arricchiscono i borghi antichi non solo economicamente, in termini di produzione, investimenti e aumento dell’occupazione giovanile, ma preservano anche gli edifici storici, generando un turismo ecosostenibile – ha rilevato De Vita, ricordando che il “Maeci si sta ponendo come riferimento nazionale per tutti gli attori che operano in tale segmento, grazie ai suoi uffici all’estero e ai suoi contatti con le associazioni e gli organismi di rappresentanza locali”. A questo proposito ha richiamato il tavolo tecnico di coordinamento sul turismo delle radici presieduto dal Ministero e che si svolge annualmente e riunisce 80 soggetti tra amministrazioni centrali, autorità locali, centri accademici e di ricerca e associazioni, tutti interessati “alla realizzazione e alla promozione di un’offerta turistica integrata a livello nazionale dedicata alle comunità italiane nel mondo”. De Vita ha poi illustrato i progetti già realizzati in questo ambito, come il “Primo Rapporto sul Turismo delle Radici in Italia” recentemente realizzato dall’Università della Calabria.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform