direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 27 novembre a Cerveteri la presentazione dell’studio socio – statistico:  “Le migrazioni femminili in Italia. Percorsi di affermazione oltre le vulnerabilità”

MIGRAZIONI

A cura del Centro Studi e Ricerche IDOS e dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”

 

CERVETERI – L’immigrazione in Italia è stata sempre caratterizzata da una forte componente femminile, che però è rimasta a lungo trascurata, finendo per essere assimilata alla migrazione maschile e rappresentata in modo marginale e stereotipato. La realtà, invece, è molto diversa, come fotografa il volume “Le migrazioni femminili in Italia. Percorsi di affermazione oltre le vulnerabilità”, primo studio socio-statistico organico dedicato alle migrazioni femminili nel nostro Paese, a cura del Centro Studi e Ricerche IDOS e dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”.

In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, il volume sarà presentato a Cerveteri, il 27 novembre alle 16.30, presso Palazzo Ruspoli, nel corso di un incontro organizzato da CSV Lazio, Comune di Cerveteri, Centro Studi IDOS e Istituto “S. Pio V”. Il libro offre una lettura al femminile dei fenomeni migratori che nel tempo hanno interessato il nostro Paese, grazie ad approfondimenti a tutto tondo che spaziano dalla dimensione storica a quella attuale, dalle migrazioni economiche a quelle forzate, dall’inserimento occupazionale ai percorsi di inclusione e partecipazione, dalla prima generazione delle “pioniere” alle nuove generazioni delle “figlie”. Ne risulta un’analisi che supera la rigida opposizione tra i due poli interpretativi dell’affermazione e della vulnerabilità, visti come opposti e alternativi tra di loro, ed evidenzia la coesistenza, nelle migrazioni femminili e nella vita di ciascuna donna, di elementi di protagonismo ed emancipazione e di fattori e condizioni di svantaggio. Viene così sollecitata una diversa prospettiva di studio e intervento, capace di cogliere la varietà delle esperienze di cui le donne migranti sono portatrici, quale strumento di messa a fuoco della pluralità dei percorsi migratori femminili. Alla presentazione – dopo i saluti istituzionali e l’introduzione con il Sindaco di Cerveteri, Elena Gubetti, l’Assessore alle Politiche Sociali, Francesca Badini, e la Presidente della Consulta dei cittadini migranti e apolidi di Cerveteri, Astrid Raykovich – interverrà Ginevra Demaio, curatrice del volume, del Centro Studi e Ricerche IDOS. Per gli interventi di approfondimento: Lalla Enea, Centro di Solidarietà a Cerveteri; Ileana Aiese Cigliano, Centro Antiviolenza “Le Farfalle” di Cerveteri; Lorella Pica, Associazione Sulla Strada e Alejandra Rosa Coletta, che porterà testimonianza di un’esperienza di integrazione nel Comune di Cerveteri. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform