direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 23 marzo all’Istituto Italiano di Cultura di Budapest la presentazione del Padiglione ungherese per l’esposizione di Milano

EXPO 2015

L’Ungheria sarà presente all’evento espositivo con il tema “Dalla fonte più pura”

 

BUDAPEST –  Alle ore 16 di lunedì 23 marzo,  presso l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest, il commissario generale per l’Expo per il Governo ungherese Géza Szőcs presenterà il Il Padiglione ungherese all’Expo Milano 2015  La filosofia a cui si ispira la partecipazione dell’Ungheria – spiega la nota – è l’interazione tra la salubrità del cibo, lo stile di vita sano, la garanzia di sicurezza alimentare insieme con la conservazione della biodiversità per le future generazioni. “Dalla fonte più pura” è il tema prescelto. Tre sono i principali argomenti in cui è raggruppata l’offerta espositiva: “le tradizioni salutari”, in cui si presenta il modello di agricoltura di qualità ungherese, a mosaico e familiare, contrapposto alle monocolture intensive; “il Paese dell’acqua”, con la ricchezza di risorse idriche e bagni termali che contraddistingue l’Ungheria; “l’eredità per il futuro”, con il ruolo della ricerca e dell’innovazione per la tutela di specie animali e vegetali locali (hungaricums) e l’importanza dell’agricoltura biologica contro le mutazioni genetiche.

“Expo Milano 2015 – si ricorda nel comunicato – vede protagonisti 145 Paesi di tutto il mondo che sono stati invitati ad interpretare il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Ogni Paese, partendo dalla propria cultura e dalle proprie tradizioni, è chiamato a interrogarsi e a proporre soluzioni rispetto alle grandi sfide legate alle prospettive dell’alimentazione, tema vitale e quotidiano per l’intera popolazione mondiale. Lo scopo è quello di far vivere al visitatore un’esperienza unica, creando consapevolezza e partecipazione in merito al diritto a un’alimentazione sana, sicura e sufficiente, alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica della filiera agroalimentare, alla salvaguardia del gusto e della cultura del cibo”. Per l’incontro del 23 marzo la prenotazione è obbligatoria. Scrivere a iicbudapest@esteri.it.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform