direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 2 marzo il concerto online “Fiamme e lagrime” promosso dall’IIC di Haifa e rivolto al pubblico in Israele e all’estero

APPUNTAMENTI

HAIFA – L’Istituto Italiano di Cultura di Haifa promuove martedì 2 marzo, alle ore 18.30 (ora israeliana, le  17.30 in Italia) il concerto online “Fiamme e lagrime”, dal vivo e gratuito, con Liron Givoni (soprano) e Guy Pardo (clavicembalo).

Il link per il collegamento è: https://us02web.zoom.us/j/89806722974Si prega di seguire questo link per scaricare il programma.

Nella prefazione a Toccate e partite d’intavolatura, Girolamo Frescobaldi fornisce un elenco di consigli tecnici per l’esecuzione delle opere presenti nel volume. Il suo primo consiglio, tuttavia, ha anche una valenza concettuale, poiché confronta l’esecuzione dei suoi lavori per tastiera con l’esecuzione dei “madrigali moderni”.

Nel 1615, con “madrigali moderni” Frescobaldi non intendeva le complesse opere polifoniche rinascimentali a cui associamo oggi il termine e che lui stesso aveva scritto in buon numero. Si riferiva invece delle cosiddette monodie: brani per una sola voce con accompagnamento di basso continuo, scritti in un nuovo stile nato intorno alla fine del secolo, quasi di pari passo con la nascita dell’opera. Questo stile, conosciuto allora con diversi nomi, fu sviluppato e utilizzato da parecchi compositori (soprattutto da Claudio Monteverdi), e disapprovato da molti altri.

La caratteristica principale dello stile “moderno” è la trasposizione di elementi retorici ed emotivi dal testo alla musica. In che modo tali principi si applicano alla musica strumentale (senza testo)? A questa domanda, che Frescobaldi si pone nella prefazione a Toccate e partite d’intavolatura, vuole rispondere questo programma, che include una selezione rappresentativa della musica per clavicembalo di Frescobaldi, eseguita insieme a diversi “madrigali moderni” di vari compositori coevi.

L’evento, rivolto al pubblico in Israele e all’estero, si svolgerà tramite Zoom per consentire l’interazione e la partecipazione degli spettatori durante lo spettacolo. Contemporaneamente, la diretta sarà trasmessa sulle piattaforme digitali Facebook e YouTube dell’IIC, e sarà riproposta anche dopo il 2 marzo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform