direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 2 luglio a Bardi la seconda Giornata degli emiliano-romagnoli nel mondo

ITALIANI ALL’ESTERO

 

BARDI (Parma) – A Bardi il 2 luglio la seconda Giornata regionale degli emiliano-romagnoli nel mondo. Prevista una mattinata ricca di eventi organizzati in collaborazione con Italea, programma di promozione del turismo delle radici, lanciato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale all’interno del progetto PNRR e finanziato da NextGenerationEU. Istituita nel 2022 con le modifiche alla Legge regionale n.5/2015, la Giornata ha l’obiettivo di rafforzare l’identità degli emiliano-romagnoli nel mondo e rinsaldare i rapporti con la terra di origine. La data scelta è il 2 luglio, in memoria della tragedia della nave britannica Arandora Star, carica di deportati italiani e tedeschi diretta in Canada, affondata al largo delle coste inglesi il 2 luglio 1940, da un sommergibile tedesco. Delle circa 800 persone che vi persero la vita, 446 erano italiani, in maggioranza originari dei Comuni dell’Appennino piacentino e, soprattutto, parmense: molti di Borgotaro, 48 di Bardi. Le celebrazioni si apriranno alle ore 10 con una messa in memoria delle vittime alla Cappella cimiteriale di Bardi. Seguirà, alle 11,15  una Tavola rotonda presso il Teatro “M. Luigia” (via Pietro Cella 13), moderata da Alessandro Cardinali, Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo. Porteranno il saluto: Roberto Bertorelli, Assessore al Comune di Bardi; Matteo Daffadà, Consigliere in Regione Emilia-Romagna; Giuseppe Conti, Direttore del Centro Studi della Valle del Ceno. Sarà poi presentato il Progetto MAECI ITALEA “Turismo delle Radici” da Luca Bruschi, Coordinatore regionale Italea Emilia-Romagna;  Leticia Carpinelli, Referente Italea Emilia-Romagna; Riccardo Pattuelli, Guida ambientale e tour leader Italea Emilia-RomagnaIn merito al progetto  interverranno :Diego Giusti, Sindaco di Bore; Giovanni Ilariuzzi, Sindaco di Varsi; Alberto Canepari, Sindaco di Pellegrino; Giuseppe Restiani, Sindaco di Varano de’ Melegari. Seguiranno le testimonianze di Associazione Culturale “Il Cammino Val Ceno” e Centro Studi Val Ceno. Le conclusioni saranno di Marco Fabbri, Presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform