direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 13 dicembre a Zurigo il recital di Giulio Biddau dal titolo “Scarlatti reloaded”, organizzato dall’IIC

APPUNTAMENTI

 

ZURIGO – È in programma martedì 13 dicembre alle ore 19 presso la Kirchgemeindehaus di Zurigo (Bederstr. 25) il recital di Giulio Biddau dal titolo “Scarlatti reloaded”, esecuzione di riscritture e brani originali di Domenico Scarlatti.

Pochi autori hanno conosciuto letture differenti tra loro quanto Scarlatti. Da Clementi a Czerny, da Bülow a Granados, il gioco della riscrittura ha coinvolto compositori e interpreti appartenenti a diverse epoche e diverse culture musicali. Biddau, già noto e apprezzato dalla critica per il suo disco “Scarlatti to Scarlatti”, presenterà alcuni di questi pastiches, accostando brani originali di Scarlatti e opere dei suoi estimatori in un appassionante caleidoscopio che mostrerà la musica di Scarlatti colorata dal prisma della storia.

Giulio Biddau (Cagliari, 1985) ha ricevuto una formazione musicale internazionale, frequentando l’Ecole Normale de Musique di Parigi, l’Accademia di S. Cecilia di Roma, la Hochschule Hanns Eisler di Berlino, studiando fra gli altri con Aldo Ciccolini, Sergio Perticaroli, Dominique Merlet e Homero Francesch. Ha partecipato a prestigiosi concorsi internazionali in Italia, Georgia, Spagna, Francia, Germania e Argentina, paese cui è particolarmente legato dove ha ottenuto riconoscimenti importanti. Lo hanno diretto, tra gli altri, Lawrence Foster e François-Xavier Roth, e ha suonato con orchestre di fama in molti Paesi. La sua discografia include l’integrale delle Barcarole di Gabriel Fauré (2012 – Aparté), l’opera di Ottorino Respighi per pianoforte a quattro mani (2017 – Évidence) e il recente “Scarlatti to Scarlatti” (2022 – Aparté), frutto del suo lavoro di ricerca sulle edizioni storiche del compositore.

L’iniziativa, a ingresso libero, è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo ed è inserita nel programma “Zurigo in italiano 2022”. L’iscrizione è obbligatoria. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform