direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

IALA, da organizzazione non governativa a organizzazione governativa internazionale

MARINA MILITARE

Conferenza a Kuala Lumpur, in Malesia

Hanno partecipato delegazioni di 62 paesi e 250 rappresentanti. Presente anche la Marina Militare Italiana

KUALA LUMPUR – Si è conclusa nei giorni scorsi in Malesia, nella capitale Kuala Lumpur, la Conferenza Diplomatica Finale svoltasi dal 25 al 28 febbraio, quale atto conclusivo del lungo percorso di transizione che vedrà la International Association for Marine Aids to Navigation and Lighthouse Association (IALA) assurgere dal ruolo di organizzazione non governativa a quello di più elevato rango di organizzazione governativa internazionale.

Alla conferenza hanno partecipato le delegazioni internazionali di 62 paesi membri dell’Associazione per un totale di circa 250 rappresentanti, tra loro anche la Marina Militare.

Il compito di IALA, istituita nel 1957, è quello di fornire un contributo essenziale al miglioramento della sicurezza e dell’efficienza del trasporto marittimo, così come dell’ambiente marino e costiero incoraggiando i propri membri ad armonizzare gli ausili alla navigazione in ogni parte del mondo.

Tra questi, i fari e più in generale i segnalamenti marittimi sono elemento necessario, essenziale ed imprescindibile per il “cluster marittimo” internazionale  e, in Italia,  dal 1911 la loro efficienza e manutenzione è una responsabilità affidata per legge alla Marina Militare.

La trasformazione di IALA in Organizzazione Governativa, iniziata nel 2014, e sviluppatasi negli anni attraverso tre conferenze diplomatiche preparatorie, rappresenta un passo estremamente importante nella decennale storia dell’associazione.

A Kuala Lumpur quindi, la delegazione interministeriale italiana composta da Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Ministero Infrastrutture e trasporti e Ministero Difesa (rappresentati dall’Ambasciatore d’Italia in Malesia Cristiano Maggipinto, dal contrammiraglio CP Piero Pellizzari e dal capitano di vascello Angelo Patruno, Direttore Fari e Segnalamenti del Comando Logistico della Marina Militare) ha firmato, al termine di quattro giorni di lavori, l’approvazione di un testo di convenzione condiviso tra gli Stati, che sarà successivamente oggetto della procedura di firma e ratifica secondo la Convenzione di Vienna del 1969 sul diritto dei trattati internazionali.

La presenza della Marina Militare in questo prestigioso contesto internazionale, conferma il tradizionale impegno della forza armata a sostegno della sicurezza della navigazione e del supporto alla comunità marittima internazionale. (Angelo Patruno/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform