direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gran Paradiso Film Festival : “Confini” il tema della 21^edizione

CINEMA NATURALISTICO

Dal 23 al 28 luglio a Cogne. Ad agosto nelle Valli del del Gran Paradiso

 

 

AOSTA – “Confini” : è il tema della 21^ edizione del Gran Paradiso Film  Festival che si terrà dal 23 al 28 luglio a Cogne e in agosto nelle Valli del Gran Paradiso.

“Il Parco Nazionale Gran Paradiso – spiega Luisa Vuillermoz , direttore artistico del tradizionale  Festival che si svolge in Valle d’Aosta –  è un luogo delimitato per eccellenza, i cui confini assicurano protezione, tutela e valorizzazione dell’ambiente. Fissare un confine significa riconoscere una differenza, consacrare l’esistenza di un’alterità. I confini però sono sempre valicabili, attraverso le montagne e attraverso il mare. Gli animali protagonisti dei film in concorso ce lo insegnano” . “In un momento così delicato, in cui il superamento dei confini è fatto di migrazioni di uomini e di incontri con altri mondi, il Gran Paradiso Film Festival sostiene la visione dinamica di soglia e non di limite, e invita alla sosta in un non-luogo, quello del Festival, dove poter assaporare l’infinita varietà del vivere su questo pianeta”.

Il Festival si compone di tre diverse sezioni: il Concorso Internazionale, aperto a lungometraggi e mediometraggi di produzione internazionale dedicati alla natura, al fine di valorizzare e promuovere la conoscenza delle peculiarità naturalistiche ed ambientali di tutto il mondo e contribuire alla promozione del cinema che affronta tali tematiche; la sezione CortoNatura, aperta a tutti i cortometraggi di finzione, di animazione o documentari, di produzione internazionale sul tema della natura, con l’obiettivo di aprire maggiormente la rassegna ad un target giovanile e incentivare la produzione audiovisiva sul tema della Natura; il ciclo di eventi di approfondimento De Rerum Natura. Luisa Vuillermoz annuncia gli ospiti del  De Rerum Natura: “don Luigi Ciotti ci  coinvolgerà con il suo lucido sguardo sul tema dei confini in un’ottica di legalità, dignità e speranza. Giuliano Amato presenterà le sue osservazioni sull’alzare e cancellare muri di confine nella delicata situazione geopolitica attuale. Flavio Caroli ci  condurrà, dialogando con Fabio Fazio, alla scoperta dei confini tra le infinite civiltà dell’arte italiana. Marta Cartabia e Luciano Violante si interrogheranno sul tema del limite tra governo dello Stato e libertà individuali, e infine Paolo Cognetti ci ricondurrà tra le nostre montagne, che lui interpreta sempre come un luogo non di confine ma di unione”. Non solo: “Il pubblico diventerà protagonista negli eventi Aria di Festival, esplorazioni outdoor che guideranno alla scoperta del territorio del Parco, con momenti dedicati alla scienza, alla montagna,

alla fotografia, alla ricerca del benessere. Ma sarà protagonista anche nell’assegnare il premio principale del festival al miglior lungometraggio: il Trofeo Stambecco d’Oro”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform