direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni: Marò, c’è stato un significativo cambio di passo. India e Italia vogliono risolvere rapidamente il caso

FARNESINA

Il ministro davanti alle Commissioni Esteri di Senato e Camera

 

“Resta aperta l’Ambasciata italiana in Libia

 

ROMA – “Credo che rispetto al passato ci sia stato un significativo cambio di passo e che entrambi i Paesi vogliano risolvere rapidamente il caso nell’ambito del profondo rapporto di amicizia che li lega. La via di un dialogo rispettoso fondato sul rispetto dei principi è la strada da seguire”. Lo ha detto il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni, in riferimento alla vicenda dei due fucilieri di Marina Girone e Latorre sotto processo in India, nel corso dell’audizione alle Commissioni Esteri di Camera e Senato sulle linee programmatiche del suo Dicastero . “Siamo consapevoli di quanto vi sia in gioco in questa vicenda” sia in termini di “tutela dei fucilieri e del principio di sovranità”, ha sottolineato il ministro.

Per quanto riguarda la situazione in Libia, Gentiloni ha spiegato che “la nostra Ambasciata continua a rimanere aperta e lo sarà fin quando ci saranno le condizioni”. Quella italiana è l’unica Ambasciata occidentale rimasta operativa dopo l’aumento delle violenze nel Paese .

“Siamo convinti – ha detto inoltre il titolare della Farnesina –  che non ci sia nessuna soluzione militare possibile in Libia e che non si possa andare avanti con una divisione permanente e semplicistica tra rivoluzionari e anti-rivoluzionari, islamisti e anti-islamisti”.

Riguardo alla minaccia dell’Isis in Iraq e in Siria, Gentiloni  ha riferito che l’Italia sta “rafforzando la comunicazione e lo scambio di informazioni tra le intelligence, per migliorare le capacità di sorveglianza e monitoraggio e per smantellare cellule terroristiche”.

Parlando di missioni internazionali e di tagli alla Difesa ,il ministro degli Esteri ha detto che “siamo uno dei Paesi dalla maggiore proiezione internazionale, con il maggior numero di missioni. E’ uno spreco di risorse? Io non credo, ma – ha avvertito Gentiloni – bisogna collegare sempre di più le nostre missioni all’estero ai nostri interessi economici e geopolitici”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform