direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Forum Alpbach, premi per giovani ricercatori e innovatori dell’Euregio

GIOVANI IN TIROLO-ALTO ADIGE-TRENTINO

 

ALPBACH (Austria) – E’ Valentina Morandi della Libera Università di Bolzano la giovane ricercatrice dell’anno 2019 per l’Euregio, mentre il giovane innovatore è Michael Santek di BHS Technologies Innsbruck. I riconoscimenti sono stati assegnati il 18 agosto al Forum Alpbach, dai presidenti di Alto Adige e Tirolo, Arno Kompatscher e Günther Platter, dal presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher e dai presidenti delle Camere di Commercio di Bolzano e Innsbruck (che sostengono l’iniziativa), Michl Ebner e Cristoph Walser.

Premio giovani ricercatori Il premio giovani ricercatori under 35, giunto alla sua ottava edizione, prevede delle ricompense economiche ai primi tre classificati (2.000 euro, 1.000 euro e 500 euro) secondo la valutazione della giuria presieduta da Ulrike Tappeiner. Valentina Morandi si è aggiudicata il primo premio grazie ad uno studio sulla tecnologia di più moderna concezione (veicoli a guida automatica) applicata alla risoluzione di problemi “tradizionali” come le code lungo le strade. Al secondo posto si è piazzato Raffael Heiss del Management Center Innsbruck MCI con un progetto sull’utilizzo dei social media nella politica, terza posizione per Shahla Asgharinia della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige con uno studio sul monitoraggio tecnologico delle foreste.

Premio giovani innovatori. Seconda edizione per il premio giovani innovatori dell’Euregio, riservato a imprenditori e collaboratori (al di sotto dei 35 anni di età) che si sono messi in luce grazie ai loro lavori nell’ambito del tema trasformazione digitale nell’arco alpino. Primo posto per Michael Santek di BHS Technologies Innsbruck che ha elaborato un sistema di microscopiche telecamere 3D in grado di innalzare la qualità e la precisione degli interventi chirurgici, favorendo il lavoro dei medici. Seconda posizione, invece, per Sebastian Meyer della Sandoz di Kundl, grazie al suo progetto che utilizza i big data e gli strumenti tecnologici per migliorare la cura delle infezioni tramite antibiotici. L’Alto Adige, invece, è rappresentato da Manuel Niederstätter della Niederstätter SpA di Renon, che ha raggiunto il terzo posto in virtù del lavoro sul portale Rentams, una sorta di car sharing applicate alle macchine che operano in edilizia. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform