direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Farnesina per le Imprese. Export, Ambasciatore Starace: “Crescono gli investimenti giapponesi nelle energie rinnovabili e nelle biotecnologie”

FARNESINA

Realizzato dal Maeci in collaborazione con l’Ansa

 

 

ROMA – Giappone come partner prioritario per l’Italia: un enorme potenziale nel settore agroalimentare, nel tessile e nel design, ma anche nelle tecnologie hi-tech, nel comparto delle start-up più innovative e nell’economia circolare. Il Giappone è il Paese extra-Ue in cui l’export italiano ha fatto registrare la migliore performance al mondo, in particolare dopo l’entrata in vigore dell’accordo di partenariato tra UE e Giappone. A parlarne nel podcast “Voci dalla Farnesina”, realizzato dal Maeci in collaborazione con l’Ansa, è stato Giorgio Starace, Ambasciatore d’Italia in Giappone. L’Ambasciatore ha spiegato che aziende multinazionali del calibro di Hitachi e Mitsubishi, notoriamente all’avanguardia e con consolidata presenza nei mercati internazionali, possono avere un ruolo fondamentale nella creazione di partenariati, anche su mercati terzi, con le aziende italiane. Secondo Starace è stata particolarmente rilevante la fusione dal valore di 6,2 miliardi di euro tra Calsonic Kansei e Magneti Marelli formando così un grande gruppo italo-giapponese. “Il settore energetico e quello dell’economia circolare rappresentano un’occasione di business per gli investimenti nipponici in energie rinnovabili”, ha spiegato l’Ambasciatore evidenziando la tendenziale crescita di interesse da parte dell’industria giapponese in determinati settori. Accanto a questi aspetti sono stati ricordati gli impegni assunti dall’Ambasciata d’Italia in quest’ultimo anno dove c’è stata l’assistenza alle aziende italiane: “continueremo a sostenere la loro affermazione su questo mercato in vista dell’Expo di Osaka nel 2025”, ha precisato Starace. Tra le attività per il 2021 è stata ricordata l’organizzazione della sesta edizione dell’Italian Innovation Day per la promozione delle start-up insieme ad ICE, Invitalia e MISE. C’è comunque interesse anche per la ricerca farmaceutica, soprattutto per le terapie ed i vaccini anti-Covid; anche settori come robotica e nanotecnologie sono al centro dell’attenzione italo-giapponese. Infine Starace ha ricordato l’appuntamento Italy-Japan Space Cooperation cui hanno aderito numerose aziende italiane e giapponesi attive nella filiera dell’aerospazio. Le aziende sono state invitate a continuare ad utilizzare la piattaforma 365 di ICE che consente alle imprese di avere proficui incontri bilaterali. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform