direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Domani a Rio de Janeiro, conferenza su “ 50 anni dal colpo di stato in Brasile. Operazione Condor. Il ruolo dell’Italia per la verità e la punizione dei colpevoli”

ITALIANI ALL’ESTERO

Previsto l’intervento di Fabio Porta (Pd), presidente del Comitato per gli italiani all’estero e la promozione del sistema paese della Camera dei Deputati

RIO DE JANEIRO – È convocata per sabato 12 aprile alle ore 10 a Rio de Janeiro, presso l’auditorium del Sindacato degli Amministratori (avenida 13 de Maio, numero 13 sala 802) la conferenza “ 50 anni dal colpo di stato in Brasile. Operazione Condor. Il ruolo dell’Italia per la verità e la punizione dei colpevoli”. Lo segnala Andrea Lanzi, Forum Democratico.

Interverranno: Fabio Porta, presidente del Comitato per gli italiani all’estero e la promozione del sistema paese della Camera dei Deputati, Wadhi Damous, presidente della Commissione della Verità dello Stato di Rio de Janeiro (struttura che ha il compito di investigare quanto accaduto durante il periodo della dittatura), Vitoria Grabois, presidente del Grupo Tortura Nunca Mais.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione di Interscambio Culturale “Ialia Brasile Anita e Giuseppe Garibaldi” e dall’Associazione di Amicizia Brasile Italia.

Mentre in altri stati dell’America Meridionale – come Argentina e Uruguay – i responsabili della violazione dei diritti umani all’epoca della dittatura sono stati processati e condannati, così non è avvenuto in Brasile. Solo recentemente – spiega Lanzi – la magistratura in Brasile ha iniziato ad approfondire la possibilità di perseguire la violazione dei diritti umani avvenuta in quegli anni.

Anche cittadini italiani sono stati vittime del regime di eccezione in Brasile e la giustizia italiana potrebbe essere spinta a fare luce su questi fatti, come già è successo per episodi accaduti in Argentina e Uruguay. Di questa possibilità si intende discutere nell’evento oltreché ricordare come si è giunti alla soppressione delle libertà democratiche. Una delle vittime italiane è Libero Giancarlo Castiglia, nato a San Lucido il 4 luglio 1944 e scomparso durante la guerriglia di Araguaia nel 1973. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform