direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Divina Italia” al Teatro Colón di Buenos Aires

RETE DIPLOMATICA

L’Italia sarà il primo Paese a proporre e presentare una programmazione artistica per due intere stagioni teatrali presso il Teatro Colón di Buenos Aires

 

BUENOS AIRES – L’Italia sarà il primo Paese a proporre e presentare una programmazione artistica per due intere stagioni teatrali presso il Teatro Colón di Buenos Aires. Lo farà con il programma “Divina Italia”, che occuperà le stagioni teatrali 2023 e 2024 con una corposa presenza di opere, di artisti e di produzioni teatrali italiani che spazieranno dall’opera lirica, alla musica, alla danza e al balletto. Per suggellare la cooperazione tra il Teatro e l’Italia, la Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, Donatella Cannova, e il Direttore Generale del Teatro Colón, Jorge Telerman, hanno firmato – alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Fabrizio Lucentini – un accordo di collaborazione volto ad approfondire le sinergie tra le due istituzioni proprio in vista delle stagioni di “Divina Italia”. Sarà “Resurrezione” di Gustav Mahler, direzione di Romeo Castellucci, ad aprire la stagione 2023 del Colón presso La Rural, mentre nel corso dell’anno sono in programma altri importanti appuntamenti con l’Italia protagonista: tra questi, a marzo, il “Faust”, con il Direttore Stefano Poda e il Teatro Regio di Torino; tra maggio e giugno, il “Caravaggio” di Mauro Bigonzetti e Bruno Moretti, con il ballerino Roberto Bolle; tra settembre e ottobre, “La vedova allegra” di Damiano Michieletto e infine le produzioni teatrali dell’Opera di Roma e del Teatro La Fenice di Venezia. Le musiche di Donizetti, Verdi, Rossini e Puccini saranno poi ulteriori elementi di forte richiamo all’Italia, in un connubio artistico italo-argentino di grandissimo valore. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform