direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Disabilità ed economia: il Rotary Club Belluno incomincia il 2021 con due incontri on line con protagonisti Gian Antonio Stella e Gianluigi De Marchi

ASSOCIAZIONI

BELLUNO – Continuano in modalità virtuale le conviviali del Rotary Club Belluno. La pandemia in corso non permette di organizzare incontri in presenza, ma le tecnologie messe in atto anche dal Club bellunese hanno permesso di proseguire con le proprie attività. Attività partite a pieno ritmo anche con il mese di gennaio e che hanno visto protagonisti Gian Antonio Stella e Gianluigi De Marchi. Il primo, giornalista di spessore nazionale e internazionale, ha presentato il suo ultimo libro “Diversi”, il secondo, esperto in economia e finanza e già rotariano, ha presentato la sua pubblicazione “Ricostruire la finanza”.

Temi, quelli della disabilità e dell’economia, di estrema attualità vista l’emergenza sanitaria che sta colpendo l’intero globo.

Quella delle persone con disabilità – ha sottolineato Stella nel suo intervento – è stata, in gran parte, una storia di crimini violenti subiti, orrori, abbandono e solitudine, incubi religiosi fino alla catastrofica illusione di “perfezionare l’uomo” proposta in diversi Paesi europei anche prima della presa del potere di Hitler. Fino ad arrivare al genocidio nazista degli “esseri inutili” culminato con il programma denominato Aktion T4 di eliminazione fisica delle persone con malattie genetiche inguaribili e disabili gravi ritenuti dal Terzo Reich “vite indegne di essere vissute”. Nel suo libro sono raccontate sofferenze e difficoltà, ma anche speranze e nuove prospettive di inclusione nella società moderna. Una conviviale che ha visto la partecipazione di numerosi soci, oltre che di altri Club italiani, e la presenza di Massimo Ballotta, già governatore del Distretto triveneto, che ha sottolineato come sia importante togliere dal lessico quotidiano la definizione “diversamente abile”, totalmente inopportuna e che non rispecchia assolutamente il disabile. Il Rotary Club Belluno affronterà ancora questo tema anche perché ha invitato Gian Antonio Stella in un prossimo incontro del “Rotary Camp alla “Villa Gregoriana” di Auronzo di Cadore.

Nella conviviale che ha visto, il  14 gennaio, la partecipazione di Gianluigi De Marchi, si è affrontato invece il tema dell’economia ai tempi del Coronavirus e in particolare quella che si prefiggerà nel post pandemia. Il peggio deve ancora arrivare – ha messo in guardia De Marchi – per l’effetto devastante di quasi due mesi di inattività di gran parte dell’economia reale e per tutte le difficoltà oggettive dovute ad avviare la ripartenza delle attività economiche nella “Fase 2”, sempre tenendo un occhio molto vigile al contenimento del propagarsi dell’infezione. Il suo libro “Ricostruire la finanza, riflessioni e proposte sull’emergenza” pone proprio l’attenzione sulla tremenda situazione che ha colpito il mondo nel 2020.

Sempre De Marchi, dopo una breve storia dell’origine del virus Covid-19 che ha provocato questa crisi sanitaria, economica e sociale, ha illustrato non solo i provvedimenti adottati per provare a contenere la crisi e a combattere le gravi conseguenze economiche, ma ha dato spazio nel presentare alcune interessanti proposte per facilitare la ripresa, addirittura più efficaci e risolutive come una “Rendita Tricolore”. Un tema, quello economico e finanziario, per certi aspetti per gli addetti ai lavori, ma che De Marchi riesce a semplificare senza banalizzare.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform