direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Daniele Rossini, “costruttore di cittadinanza europea”

PATRONATO ACLI

 

ROMA – “Costruttore di cittadinanza europea”: con questo titolo la FAI, Federazione Acli Internazionali, e il Patronato Acli onorano Daniele Rossini, morto a Bruxelles l’8 aprile, per molti anni coordinatore del Patronato ACLI in Belgio, un punto di riferimento per tutta la comunità italiana. Anche l’agenzia Inform si unisce al rimpianto per la scomparsa di un collaboratore disinteressato, autore per anni ed anni di articoli tra i più seguiti, per i quali era stata creata la rubrica “Diritto sociale europeo”.

Di origini laziali (Isola del Liri, 4 dicembre 1934), Daniele Rossini è giunto in Belgio negli anni sessanta. Dopo un periodo di insegnamento è approdato al Patronato ACLI in anni nei quali fondamentale è stata l’assistenza e la tutela dei minatori e dei lavoratori italiani in genere. Migliaia di pratiche di invalidità e di malattia professionale sono state le materie sulle quali si è esercitata l’opera del patronato.

In quest’opera Daniele Rossini è stato punto di riferimento essenziale per la comunità italiana ma non solo. Le stesse autorità diplomatiche italiane e le istituzioni belghe ed europee hanno trovato in lui un interlocutore vigile ed attento su ogni intervento a favore dei lavoratori e soprattutto sul tema dei diritti di cittadinanza in Europa.

Decine e decine di sentenze della Corte di Giustizia di Lussemburgo relative alla corretta applicazione dei principi comunitari di cittadinanza, di libera circolazione, di diritto alla salute Le stesse autorità diplomatiche italiane e le istituzioni belghe ed europee – ricorda la FAI – hanno trovato in Lui un interlocutore vigile ed attento su ogni intervento a favore dei lavoratori e soprattutto sul tema dei diritti di cittadinanza in Europa sono l’esito dei suoi ricorsi. La corretta applicazione delle leggi nazionali (belghe ed italiane in particolare) in coerenza con i regolamenti comunitari sono state oggetto di molteplici approfondimenti che lui portava avanti fino alla definizione giudiziaria di conformità ai regolamenti UE.

In tempi nei quali l’Europa sembra essere in crisi di identità, è fondamentale ricordare l’operato di Daniela Rossini. L’Europa è stata costruita anche dal basso, non solo dagli stati e dalle normative, anche nella difesa e nella promozione dei diritti sociali che convergono tutti nel riconoscimento comune della cittadinanza europea. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform