direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Da Ambasciata in Germania e Agenzia ENIT il webinar “Viaggio in Italia”: è l’Italia la destinazione estera preferita dai tedeschi

ESTERI

 

 

BERLINO – L’Ambasciata italiana in Germania e l’Agenzia ENIT hanno organizzato nei giorni scorsi un webinar intitolato Viaggio in Italia, aperto dall’Ambasciatore Luigi Mattiolo nell’ambito della quale è stato presentato l’esito di un sondaggio che conferma l’interesse del turismo tedesco per l’Italia, a cui hanno partecipato 300 operatori del settore (tour operator, giornalisti, istituzioni tedesche) e rappresentanti di 13 regioni italiane.

Il sondaggio presentato nell’occasione da ‘Reiseanalyse 2020’ (ricerca annuale sull’evoluzione del mercato turistico) e realizzato con un campione di 2.500 interviste sulle prenotazioni effettuate nel periodo maggio-dicembre di quest’anno, conferma infatti che l’Italia continua ad essere nell’estate 2020 una meta attraente per i turisti tedeschi. Infatti, si colloca al secondo posto (dopo la Germania) dei paesi di prossima destinazione per le vacanze. In particolare, il 41% degli intervistati (+11% rispetto al 2019) intende trascorrere le vacanze in Germania; segue l’Italia (7%) a pari merito con Austria e Spagna. Vi sono, quindi, tutte le premesse affinché il nostro Paese possa salvaguardare quell’incremento del 30% dei pernottamenti dalla Germania raggiunto nell’ultimo decennio. Fra le motivazioni espresse dagli intervistati per passare le vacanze in Italia, al primo posto c’è il relax (56%), seguito dall’attrazione per una vacanza al mare (35%) e dalla possibilità di poter vivere momenti in famiglia (28%). La modalità di viaggio per raggiungere l’Italia rimane l’auto personale (61% dei viaggi, percentuale che arriva all’86% per l’Alto Adige, prima destinazione di viaggio). (inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform