direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Da oggi sui canali social degli IIC in Germania sarà possibile assistere alla conferenza “Raffaello – Tra Amor sacro e Amor profano. La nascita del Bello nel Cinquecento”

CULTURA

Conferenza digitale dello storico dell’arte Francesco Di Ciaula per i 500 anni della morte di Raffaello Sanzio

AMBURGO – A partire dalle ore 16 di oggi sui canali Youtube degli Istituti Italiani di Cultura in Germania sarà possibile seguire la conferenza digitale “Raffaello – Tra Amor sacro e Amor profano. La nascita del Bello nel Cinquecento” a cura del dott. Francesco Di Ciaula.

L’iniziativa è incentrata su Raffaello Sanzio, uno dei più grandi artisti d’ogni tempo, la cui opera segnò un tracciato imprescindibile per tutti i pittori successivi e fu di vitale importanza per lo sviluppo del linguaggio artistico dei secoli a venire, dando vita tra l’altro alla corrente artistica del manierismo.

L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Colonia, in collaborazione con gli IIC di Berlino, Amburgo, Monaco di Baviera e Stoccarda nonché dalla Società italo-tedesca Dante Alighieri di Düsseldorf, in occasione del cinquecentenario dalla morte di Raffaello Sanzio, nato a Perugia e morto appunto il 6 aprile del 1520 a Roma.

Raffaello Sanzio, genio del Rinascimento e artista noto in tutto il mondo, verrà ricordato dallo storico dell’arte Francesco Di Ciaula che si soffermerà sull’importanza dell’artista sin dal momento in cui questi approdò a Firenze nel 1504, dove cambiò profondamente i suoi canoni estetici e formali. Lo studio infatti delle opere di Michelangelo e soprattutto di Leonardo porrà le basi per la nascita di uno stile, quello appunto raffaellesco, che influenzerà l’intero corso della storia dell’arte italiana prima ed europea dopo, facendo da modello per tutte le accademie di belle arti fino alla prima metà dell’Ottocento, ma raggiungendo anche pittori del Ventesimo secolo come Salvador Dalì e gli esponenti dell’arte contemporanea del XXI secolo, fino a lambire altre arti come il cinema e il fumetto.

Francesco Di Ciaula è uno storico dell’arte e curatore museale. Nasce a Bari il 16 marzo del 1973.
Laureatosi a pieni voti in Lettere Moderne con indirizzo storico-artistico nel 1999, completa la sua formazione iscrivendosi alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena. Nello stesso periodo ottiene una Borsa di Studio presso la prestigiosa Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi di Firenze. Nel corso degli anni avvia importanti progetti editoriali e pubblicazioni scientifiche, si occupa della curatela nel mondo delle mostre, e lavora come project manager nel settore museale. Il suo profilo si arricchisce con docenze di Museografia e Beni Culturali in ambito accademico e attività di conferenziere a livello internazionale, partecipando alla Conferenza annuale di Storia dell’Arte degli Atenei Americani di New York (CAA). Nel 2018 viene nominato Esperto Valutatore per la Cultura della Comunità Europea. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform