direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Corridoi umanitari, 150 profughi dai centri libici in Italia

MINISTERO DELL’INTERNO

Continua il percorso di accoglienza via canali legali avviato da Interno, Esteri, Cei e Alto Commissariato Rifugiati

 

ROMA – Sono atterrate all’aeroporto di Pratica di Mare (Roma) a bordo di un charter noleggiato dall’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’Organizzazione delle Nazioni Unite le 150 persone individuate nei centri libici dalla stessa Onu e poi identificate e autorizzate dall’ambasciata italiana a Tripoli. Si tratta di persone in condizioni di vulnerabilità, 73 donne, 59 uomini e 18 minorenni di nazionalità eritrea, somala, etiope e sud sudanese, tutti provati da un lungo periodo in condizioni di detenzione, e con i requisiti per essere accolti come rifugiati. Sono potuti entrare legalmente in Italia attraverso il corridoio umanitario aperto grazie alla cooperazione tra i ministeri dell’Interno e degli Esteri, la Conferenza episcopale italiana (Cei) tramite la Caritas e l’Alto Commissariato per i rifugiati. Saranno accolti in centri messi a disposizione dalla Cei tramite Caritas italiana. L’operazione, seconda tappa di un percorso di accoglienza attraverso canali legali, sarà seguita da altre missioni umanitarie in relazione alle disponibilità di accoglienza. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform