direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Coronavirus. La cultura non si ferma: lo splendore della Reggia di Caserta si mostra sul canale Youtube del Mibact

BENI CULTURALI

ROMA – La Reggia di Caserta, straordinario gioiello del patrimonio culturale italiano nato per precisa volontà di Carlo di Borbone, re di Napoli e delle due Sicilie, nella seconda metà del Settecento su progetto dell’architetto Luigi Vanvitelli, aderisce alla campagna La cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e del Turismo con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa in questa difficile circostanza.

Con l’hashtag #iorestoacasa è pubblicato sul canale Youtube del Ministero https://www.youtube.com/MiBACT un video che ripercorre attraverso bellissime immagini la magnificenza e lo splendore del complesso vanvitelliano patrimonio Unesco. Il maestoso scalone d’onore, le milleduecento stanze, distribuite su tre piani, quattro cortili interni, il gioco di vedute prospettiche, i preziosi arredi interni, la quadreria, le decorazioni, la cappella Palatina, l’appartamento storico, il teatro di corte, insieme al parco con le scenografiche fontane, il giardino inglese e la spettacolare Cascata, fanno di questo monumento un unicum nel mondo.

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a casa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il ‘backstage’ dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative digitali in atto.

Sulla pagina La cultura non si ferma del sito https://www.beniculturali.it/laculturanonsiferma, in continuo aggiornamento, sono già presenti diversi contributi dei luoghi della cultura statali della Campania. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform