direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Coronavirus. La cultura non si ferma: la Galleria di Palazzo Spinola si svela sul canale Youtube del Mibact

BENI CULTURALI

ROMA – Il Palazzo Spinola, uno dei più rari esempi delle dimore aristocratiche genovesi del Cinquecento, inserito al tempo nell’elenco dei Rolli e oggi Patrimonio Unesco, al cui interno ospita la Galleria Nazionale ligure, aderisce alla campagna “La cultura non si ferma”, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e del Turismo con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa in questa difficile circostanza.

Con l’hashtag #iorestoacasa è pubblicato sul canale Youtube del Ministero https://www.youtube.com/user/MiBACT, un video in cui si svela la bellezza e la raffinatezza del percorso museale della Galleria di Palazzo Spinola. Gli arredi – consolle, poltrone, orologi, argenti e porcellane – che definiscono lo spazio rappresentano una straordinaria testimonianza originale del gusto e della ricchezza dei palazzi nobiliari dell’epoca. La quadreria raccoglie dipinti di grande valore dei maggiori pittori italiani, fiamminghi ed europei, quali Antonello da Messina, Grechetto, Luca Giordano, Orazio Gentileschi, Tintoretto, Guido Reni, Mattia Preti, Bernardo Strozzi. Emblematici i ritratti di Giovanni Antonio Doria, raffigurato a cavallo, di Peter Paul Rubens e quello di Ansaldo Pallavicini, in età giovanile, realizzato da Anton Van Dyck. Il video termina con una panoramica sulla suggestiva Galleria degli Specchi, capolavoro di affreschi e stucchi di Lorenzo De Ferrari.

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a casa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il ‘backstage’ dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative della maratona solidale “L’Italia chiamò”. Sulla pagina “La cultura non si ferma” del sito https://www.beniculturali.it/laculturanonsiferma, in continuo aggiornamento, sono già presenti diversi contributi dei luoghi della cultura statali della Liguria. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform