direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Consiglio regionale della Basilicata: visita in Argentina del presidente Lacorazza e del vicepresidente Mollica

ITALIANI ALL’ESTERO

 

A Buenos Aires colloquio con l’ambasciatore Teresa Castaldo . Incontri istituzionali e con i rappresentanti dei corregionali. Accordo per 20 posti letto ad anziani lucani nella casa di riposo “Gulliermo Rawson”. La missione della delegazione prosegue a La Plata

 

POTENZA/BUENOS AIRES – Un “ponte” fra Expò 2015 e Matera 2019, per fare leva sulle iniziative che il Governo italiano, attraverso le Ambasciate, intende organizzare per promuovere in America latina l’esposizione universale in programma a Milano l’anno prossimo e puntare ad una ricaduta in termini di presenze turistiche anche in rapporto agli eventi organizzati nella città lucana designata capitale europea della cultura per il 2019. Con l’impegno della Regione Basilicata, che nell’ambito delle provvidenze per i lucani all’estero è pronta a finanziare il turismo di ritorno dei lucani che vivono in America latina. Questi i temi affrontati nell’incontro istituzionale avuto il 24 novembre a Buenos Aires da Piero Lacorazza e Francesco Mollica.  Il presidente e il vicepresidente del Consiglio regionale, in missione in America Latina sono stati ricevuti – informa il Consiglio regionale – dall’ambasciatore d’Italia nella capitale argentina, Teresa Castaldo, con cui hanno discusso anche delle iniziative di carattere culturale che l’ambasciata intende promuovere per coinvolgere e valorizzare le competenze degli italiani di terza generazione presenti in Argentina, giovani che possono contribuire – è stato rilevato – a leggere i fenomeni migratori di oggi in una chiave più moderna. Lacorazza si è detto molto interessato al protagonismo dei giovani discendenti degli emigrati lucani, che possono contribuire a rinnovare la stessa delle associazioni dei lucani all’estero mettendo in rete le loro esperienze e le loro competenze anche nella prospettiva dell’apertura, prevista nel 2015 a Lagopesole, del museo dell’emigrazione quale luogo di riflessione e di confronto sulla storia dei fenomeni migratori di ieri e di oggi.

La missione istituzionale del Consiglio regionale è proseguita con l’incontro che Lacorazza e Mollica hanno avuto con il comitato direttivo della Federazione dei lucani di Buenos Aires, che raggruppa circa quaranta associazioni. Si è parlato delle possibili modifiche alla legge che disciplina gli interventi per i lucani all’estero, dell’attività dello sportello Basilicata, dei progetti sociali e della casa di riposo che nella capitale Argentina ospita alcuni anziani di origine lucana ed è stata finanziata anche con il contributo della Regione Basilicata.

Il Consiglio regionale segnala inoltre che un’intera ala della casa di riposo “Gulliermo Rawson” di Buenos Aires, con venti posti letto, a disposizione degli anziani lucani che vivono nella capitale argentina. I lavori di ristrutturazione sono in corso da tempo, grazie ad un accordo fra il Governo della Città autonoma di Buenos Aires e la Federazione dei lucani in Argentina, che insieme alla Regione Basilicata ha contribuito al finanziamento delle opere. E ieri è stato il presidente del Consiglio regionale Piero Lacorazza – in visita in Argentina con il vicepresidente Francesco Mollica –  ad avallare con la propria firma questo accordo insieme al ministro allo Sviluppo sociale della Città autonoma di Buenos Aires, Carolina Stanley, presente alla cerimonia insieme al sottosegretario alla Salute con delega alla terza età Claudio Romero.

“E’ un’iniziativa programmata da tempo – spiega Lacorazza – che consentirà di destinare 20 posti letto di questa struttura ai lucani residenti da molti anni a Buenos Aires che, se indigenti, corrono il rischio di non avere nessuna cura proprio quando hanno più bisogno. Un giusto riconoscimento, realizzato con un contributo minimo, ai tanti lucani, in questo caso in Argentina, che con il loro lavoro e con le loro rimesse hanno permesso la crescita del nostro Paese e meritano di ricevere ogni considerazione”. Con la firma dell’accordo si da concreta e definitiva attuazione al progetto. I lavori di ristrutturazione dovrebbero essere completati nel 2015.

Nell’incontro che si è svolto nella casa di riposo “Gulliermo Rawson” con i rappresentanti del Governo della Città di Buenos Aires, ai quali Lacorazza e Mollica hanno portato il saluto del presidente della Regione, Marcello Pittella, e dei sindaci lucani, è stato esaminato anche un progetto che punta a ridurre il digital divide e nell’ambito del quale la sede della Federazione dei lucani a Buenos Aires può diventare un luogo utile all’intera comunità, ospitando i corsi finanziati dal Governo per dare la possibilità agli anziani (lucani e non) di imparare ad utilizzare il pc per i pagamenti elettronici. Con il sottosegretario Romero, Lacorazza e Mollica hanno concordato sulla necessità di dare maggiore forza e continuità a questa iniziativa, che prevede anche il finanziamento pubblico per l’acquisto dei pc.

Oggi la delegazione lucana ha altri incontri presso la sede del Consolato d’Italia a Buenos Aires e  nella sede dell’Istituto per il Commercio Estero  e della Società Dante Alighieri, la prestigiosa istituzione che si occupa di promuovere la conoscenza della lingua e della cultura italiane all’estero. Domani Lacorazza e Mollica si sposteranno a La Plata, dove saranno ricevuti dal console generale d’Italia, Iacopo Foti.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform