direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Conferenza online su Raffaello e Paolo Veronese

ARTE

Il 20 agosto. Istituto Italiano di Cultura di Toronto in collaborazione con gli IIC di Chicago, Los Angeles, Montréal, New York, San Francisco e Washington

webinar di Thomas Dalla Costa,  curatorial fellow della National Gallery di Londra

 

TORONTO (Canada) – L’Istituto Italiano di Cultura di Toronto, in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Chicago, Los Angeles, Montreal, New York, San Francisco e Washington D.C., presenta On the Footsteps of the Genius: Raphael and Paolo Veronese (Sulle orme del genio: Raffaello e Paolo Veronese), una conferenza online di Thomas Dalla Costa, curatorial fellow della National Gallery di Londra. La conferenza – in lingua inglese – si terrà giovedì 20 agosto alle ore 12 di Toronto (le 18 in Italia) su Zoom.

In questa presentazione, Dalla Costa illustrerà le numerose somiglianze tra Paolo Veronese e Raffaello, non solo in termini di stile e composizione, ma anche in termini di eloquenza visiva, intelligenza grafica e pratica del laboratorio.

Raffaello (Urbino, 1483 – Roma, 1520) è senza dubbio uno degli artisti più influenti di tutti i tempi. La sua arte è stata ampiamente acclamata dai suoi contemporanei per la chiarezza delle sue forme, la facilità di composizione, la delicata maneggevolezza, la tavolozza ricca e brillante e l’abilità nel rappresentare un mondo ideale di grazia e perfezione. Sebbene sia morto prematuramente, come esempio di classicismo Raffaello ha dominato la tradizione accademica della pittura europea fino alla metà del 19° secolo.

Paolo Veronese (Verona, 1528 – Venezia, 1588) nacque dopo la morte di Raffaello a Verona, una città che era nel dominio veneziano. Influenzato da Parmigianino, Raffaello e Michelangelo, le sue prime opere sono composte in modo elaborato, negoziando equamente luce e spazio. Più tardi, l’arte di Paolo Veronese è diventata emblematica degli splendori della Venezia rinascimentale, anche se si potrebbe sostenere che il suo stile non è per antonomasia “veneziano”. Le sue composizioni affollate ma sapientemente organizzate, combinano una postura elegante, un gesto eloquente e fondali architettonici classici, ricchezza di dettagli e ricchezza pittorica che ricordano quelle di Raffaello. Veronese, spesso impiegato come pittore di affreschi, occasionalmente progettava composizioni architettoniche e conduceva una bottega ampia e ben organizzata: questi tratti possono suggerire un confronto ancora più stretto tra Veronese e il genio del centro Italia.

Per registrarsi alla conferenza cliccare qui (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform