direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Complimenti alla Casa di Maranello dalla sen. Laura Garavini (Iv): “La parità di genere fa crescere aziende e società”

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Alla Ferrari la certificazione Equal Salary per la parità di retribuzione tra donne e uomini con le stesse qualifiche e mansioni

 

ROMA – La Ferrari ha ricevuto la certificazione Equal Salary, per la parità di retribuzione tra donne e uomini con le stesse qualifiche e mansioni. La certificazione è stata conferita dalla fondazione svizzera Equal Salary al termine di uno studio durato otto mesi da parte della società di revisione PwC secondo una metodologia riconosciuta dalla Commissione Europea.

La Casa di Maranello è la prima società italiana ad aver raggiunto questo risultato: dal 2016 al 2019, le dipendenti sono aumentate dall’11,5 % a oltre il 14% dei lavoratori complessivi, assumendo incarichi di crescente responsabilità

Cogratulazioni alla Casa di Maranello arrivano  dalla senatrice Laura Garavini (circoscrizione Estero-ripartizione Europa), presidente Commissione Difesa e vicepresidente vicaria gruppo Italia Viva-Psi: “Complimenti alla Ferrari.  Che, ricevendo la certificazione di Equal Salary, dimostra come la presenza femminile in azienda e la parità di trattamento salariale uomo-donna siano una fonte di crescita per l’azienda. E, quindi, di progresso per la società tutta. Segno che l’etica aziendale improntata all’equità di genere è politica lungimirante, che ripaga nel tempo. Sono particolarmente orgogliosa – prosegue Garavini – che sia una realtà della mia regione la prima a vedersi attribuire questo riconoscimento in Italia. Conferma la tradizione territoriale vocata a un’imprenditoria dinamica e moderna. È con questa visione che, con il Family Act, stiamo promuovendo come Italia Viva l’assegno universale per i figli, i permessi per i genitori e il sostegno alle spese per l’istruzione. Azioni concrete per permettere la conciliazione e fare in modo che tutti possano perseguire la propria crescita professionale. Senza differenze di genere”conclude la senatrice. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform