direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Comites di Tunisi: il presidente Sandro Fratini premia la compagnia Oplas Centro Danza Umbria al Festival Internazionale di Teatro del Sahara a Kebili

ITAIANI ALL’ESTERO

 

TUNISI – La compagnia teatrale Oplas, Centro regionale della Danza Umbria, ha inaugurato ieri sera a Kebili il Festival internazionale di teatro del Sahara, con una creazione coreografica sul dramma vissuto dalla popolazione palestinese. Mario Ferrari e Luca Bruni, accompagnati da ballerini professionisti giunti in Tunisia da Germania e Portogallo, hanno danzato di fronte a centinaia di persone nel mezzo del deserto del Sahara e sono stati premiati per il loro impegno nel portare danza e arte in queste aree rurali del profondo sud della Tunisia.

A consegnare il premio Sandro Fratini, presidente del Comites di Tunisi, in rappresentanza delle autorità e della comunità italiana residente nel Paese. Il festival internazionale di Teatro del Sahara, diretto da Hafed Khalifa, è nato quattro anni fa con l’intento di decentralizzare l’arte e la cultura, per avvicinare cioè le comunità delle realtà più rurali della Tunisia alla danza e al teatro in generale. Mario Ferrari e Luca Bruni sono approdati a Kebili con un progetto del ministero della Cultura italiano, denominato ‘Boarding Pass’, che connette tre continenti e quattro diversi paesi: l’estremo Oriente con la Thailandia, l’Africa con la Tunisia, l’Europa con il Portogallo e l’Italia. La Tunisia rappresenta dunque la prima tappa di un più ampio percorso di ricerca artistica che terminerà con una restituzione finale in Italia che terrà conto delle esperienze degli artisti, e soprattutto delle interazioni con i locali, professionisti e non, nelle varie tappe del progetto. Il Festival internazionale del Sahara proseguirà fino a domenica ed offre un ricco programma di spettacoli, laboratori, interviste e dibattiti che coinvolgeranno in prima persona giovani e famiglie del posto. Al festival partecipano anche organizzazioni e stand di aziende specializzate in prodotti manifatturieri, agricoltura biologica locale e artigianato tradizionale, molto apprezzati dal pubblico internazionale.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform