direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Come immaginate la vita degli Orsanti”

MEMORIA DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA
Premiazione dei vincitori il 4 agosto a Compiano in provincia di Parma
“Come immaginate la vita degli Orsanti”
Il concorso è stato promosso dal Museo degli Orsanti con il sostegno della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo
COMPIANO – In occasione della manifestazione “Compiano in festa”, un evento ricco di spettacoli e momenti culturali, domenica 4 agosto alle 17 avrà luogo la commemorazione di Maria Teresa Alpi, proprietaria del Museo degli Orsanti e ideatrice di molte iniziative culturali di spessore, tra cui il Festival dei Girovaghi, che per anni ha trasportato il borgo di Compiano, in provincia di Parma, in una dimensione parallela, abitata da artisti di strada provenienti da tutto il mondo.
A testimonianza del suo operato saranno presenti il sindaco di Compiano Sabina Delnevo, la presidente della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo Silvia Bartolini e i rappresentanti dell’Istituto superiore Zappa-Fermi di Borgotaro che esporranno il loro progetto “Dal filo dell’arte al circo della vita. Storia e storie di persone e di sogni. Maria Teresa Alpi e il suo Museo”.
Verrà inoltre proclamato il vincitore del concorso rivolto alle scuole “Come immaginate la vita degli Orsanti?” tra i 3 finalisti già selezionati: Scuola primaria di Tarsogno, Scuola Primaria di S.Maria del Taro e Scuola Primaria di Isola di Compiano.
Il concorso è stato promosso dal Museo degli Orsanti con il sostegno della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo allo scopo di mantenere viva la memoria di questo particolare fenomeno migratorio che ha visto partire dell’Appennino parmense un folto numero di persone verso terre lontane, che in cerca di condizioni di vita migliori sono state costrette a divenire girovaghe. Divennero in maggioranza commedianti e la loro specialità erano le esibizioni nelle strade e fiere, suonando e mettendo in mostra scimmie, cani, uccelli, orsi e cammelli più o meno addestrati. per questo motivo vennero chiamati “Orsanti”.
I disegni delle classi finaliste che illustrano come i bambini immaginano la vita degli Orsanti nel lontano ‘800 saranno esposti presso le sale del Comune di Compiano per tutto il mese di agosto. Pertanto, il desiderio della signora Alpi, pienamente condiviso dalla Consulta, di coinvolgere i più giovani in un progetto a lungo termine per affrontare insieme il tema dell’emigrazione e dell’arte, si sta realizzando. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform