direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Centenario del disastro della diga del Gleno, Mattarella:  Serve visione di lungo periodo nella tutela delle persone nei territori

QUIRINALE

 

ROMA – “Drammatiche lezioni di questa natura devono produrre maggiore lungimiranza e prudenza. Occorre che si affermi una visione di lungo periodo nella tutela delle persone nei territori, non condizionata da interessi contingenti o indegni opportunismi”. E’ l’ammonimento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del 100° anniversario del disastro della diga del Gleno.  Erano le 7.15 del 1° dicembre 1923 quando una porzione della diga del Gleno crollò, riversando sei milioni di metri cubi d’acqua tra la valle Camonica e la valle di Scalve. Più di 350 persone vennero travolte  . “L’Italia intera non dimentica, come non possono dimenticare le genti che hanno ricostruito dopo la catastrofe”, scrive Mattarella nel messaggio inviato al  Sindaco del Comune di Azzone Mirella Cotti Cometti, componente del Comitato “Disastro del Gleno 1923/2023”. “La memoria del disastro del Gleno contiene  – sottolinea il Capo dello Stato – anche la solidarietà espressa alle comunità colpite e che sempre il nostro Paese ha manifestato con generosità e larga partecipazione di fronte alle difficoltà e ai bisogni in situazioni d’emergenza. È un tratto della nostra storia e della nostra cultura che interpreta il valore prezioso dell’unità”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform