direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Camera dei deputati: incontro con delegazione della Mongolia. Nicola Carè (Pd): “Possibilità di sinergie tra imprenditori dei nostri due Paesi”

PARLAMENTARI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Allo studio “una intesa per scambiare know-how e aggregare associazioni, imprese e interessi progettuali”

 

ROMA – “Un’occasione per confrontarci e per rafforzare le relazioni politiche, economiche e culturali tra Italia e Mongolia”. Così il deputato del Pd Nicola Carè (circoscrizione Estero-ripartizione Africa, Asia, Oceania, Antartide) dopo un incontro avvenuto alla Camera con una delegazione composta  dall’on. Bat Erdene Jadambaa, membro del Parlamento della Mongolia, dall’ ambasciatore della Mongolia in Italia Narantungalag Tserendorj, dall’ambasciatore d’Italia in Mongolia Laura Botta e da B. Bolormaa, funzionario del Ministero dell’Alimentazione dell’Agricoltura e dell’Industria.

“La Mongolia è un paese grande tre volte l’Italia dove vivono solo 3 milioni di abitanti, ricco di materie prime e potenzialità” ricorda l’on. Carè, riferendo che nel corso dell’incontro alla Camera “abbiamo analizzato la possibilità della creazione delle sinergie tra gli imprenditori italiani e gli imprenditori della Mongolia”. “Vorremmo – spiega il deputato – firmare una intesa con la Mongolia che ci consentirà di essere presenti per scambiare il know-how e aggregare associazioni, imprese e interessi progettuali per innalzare la qualità delle relazioni internazionali promuovendo le buone pratiche di internazionalizzazione. Nel settore tessile – con la produzione della lana e del cachemire più pregiato al mondo -, nell’energia, nell’immobiliare, nella sanità, nelle infrastrutture, nell’agroalimentare, nei trasporti e nel turismo ci sono ampi spazi di manovra per accrescere l’interscambio e  generare lavoro”. “E questo è l’obiettivo a cui lavoreremo da subito.  Schiacciata tra Russia e Cina, la Mongolia ha un valore simbolico e geopolitico importante. Sono sconfinate le risorse naturali di cui dispone. Una democrazia destinata a crescere in maniera notevole nei prossimi anni”, conclude l’on. Carè. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform