direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Brexit, per richiedere il settlement scheme c’è tempo fino al 30 giugno 2021: il webinar del Comites di Londra

ITALIANI ALL’ESTERO

LONDRA – Settlement Scheme e scadenza fissata al 30 giugno 2021 per i cittadini UE che intendano regolarizzare la propria posizione in territorio britannico, causa disposizioni in materia immigratoria dettate dalla Brexit. Di questo si è discusso in un webinar organizzato dal Comites di Londra, presieduto da Pietro Molle, insieme all’esperta in materia migratorie, la solicitor Gabriella Bettiga. Come spiegato da Molle il webinar si pone all’interno di una serie di attività atte a facilitare i connazionali ad ottenere il benestare dell’Home Office (il Ministero dell’Interno britannico) a restare in maniera regolare nello United Kingdom. La pandemia ha impedito l’effettuazione di attività in presenza e quindi si è deciso di implementare l’utilizzo delle tecnologie informatiche e dei social per allertare i connazionali rispetto alle scadenze burocratiche imposte dalla Brexit. Come spiegato da Bettiga la domanda va presentata entro il 30 giugno 2021: chiaramente si parla di prima domanda e non di passaggio da pre-settled a settled status; la domanda va presentata anche da chi è in possesso di EEA permanent residence e anche dai minori; può essere effettuata tanto in UK quanto all’estero. Il venir meno a questi obblighi comporta il rischio di essere considerati come immigrati illegali e quindi andare incontro al non poter lavorare, al non poter prendere in affitto un’abitazione e in ultimo al non poter restare nel Regno Unito. Le domande presentate oltre il termine ultimo verranno valutate caso per caso stante una ragione valida tale da giustificare il ritardo. Dopo il 30 giugno sarà possibile fare domanda di ricongiungimento familiare ma i familiari extra-europei dovranno presentare la richiesta di EUSS Family Permit dall’estero. E’ importante tenere a mente anche il concetto di continuità di residenza. Per mettersi in regola è altresì importante dichiarare se si hanno procedimenti penali passati in giudicato o in corso sia in UK che all’estero: la tipologia del reato può avere un suo peso nella decisione finale delle autorità.. Per informazioni più dettagliate si consiglia di consultare o scaricare le slide messe a disposizione dalla relatrice tramite il sito del Comites di Londra. Il webinar integrale è possibile consultarlo cliccando a questo link.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform