direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Bellunesi nel Mondo: conferenza stampa “Arsia, 28 febbraio 1940. La più grande tragedia mineraria italiana”

APPUNTAMENTI

Giovedì 8 ottobre

 

BELLUNO – Presso la sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo in via Cavour 3 a Belluno, giovedì 8 ottobre alle ore 11 avrà luogo una conferenza stampa dal titolo “Arsia, 28 febbraio 1940. La più grande tragedia mineraria italiana. Approfondimenti storici e ricordi tra poesie e immagini”.

“Contrariamente ad una diffusa convinzione – scrive Andrea Matošević (v. http://www.circoloistria.it/public/Arsia_copertina_prima%20parte.pdf) – non è lo scoppio di Marcinelle la peggiore catastrofe mineraria italiana, ancorché occorsa in Belgio. La tragedia più grande fu quella dell’Arsia – Arsa il 28 febbraio del 1940, all’interno di quello che allora era all’epoca territorio nazionale italiano, dunque, con 185 morti, cento in più delle vittime italiana a Marcinelle. Stando ai rapporti dei reali carabinieri, il terribile incidente fu causato dalla riduzione delle misure di sicurezza legato alla necessità di intensificare la produzione: lo scoppio della guerra aveva causato il blocco navale delle carboniere tedesche dirette in Italia ancora non belligerante, ma ormai decisa a schierarsi con Hitler. Le vicende di confine hanno prodotto una rimozione sui morti dell’Arsa: i caduti sono stati considerati croati dall’Italia, italiani e per di più fascisti dai croati. In realtà tra le maestranze ed i caduti vi furono degli italiani, sloveni e croati (evidentemente una grande commistione), nonché immigrati da tutto il nord Italia, dalla Toscana e dalla Sardegna”.

Saranno presenti il presidente ABM Oscar De Bona, il sindaco di Sospirolo Mario De Bon, il consigliere del comune di Sospirolo Sara Viel e il presidente dell’Associazione “Amici di Flores da Cunha” Gabriele Galletti. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform