direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Australia, Istituto Italiano di Cultura di Sydney: alla Grande Sinagoga la Giornata della Memoria 2023

SHOAH

 

SYDNEY –  Nel 2000 il Governo italiano istituì la Giornata della memoria per ricordare le vittime dell’atrocità nazista. Da allora e ogni anno, in Italia e all’estero, il 27 gennaio, come da risoluzione ONU datata 2005, tutti gli attori del Sistema Paese commemorano le vittime dell’Olocausto e del nazismo.

L’Istituto Italiano di Cultura di Sydney da alcuni anni collabora attivamente con la Great Synagogue di Sydney per l’allestimento di eventi che sono diventati una costante nell’unire le comunità italiana ed ebraica nella commemorazione. Degli anni precedenti si ricordano la proiezione del film su Giorgio Pressburger (L’orologio di Monaco di M. Caputo), le conferenze di Marco Sonzogni e Alice Loda con il rabbino Elton (traduzione de Il demone occasionale di Primo Levi), Perlasca, eroe italiano con l’ambasciatrice Francesca Tardioli, il dott. Simon Holloway e il rabbino Elton e nel 2022, L’Olocausto e la psiche – vittima, carnefice, spettatore, beneficiario con il prof. Michael Robertson e il rabbino Elton, svoltasi in digitale a causa delle restrizioni per la pandemia.

Mentre negli anni scorsi questi eventi si sono svolti presso l’IIC, nel 2023 la rinnovata collaborazione con la Great Synagogue è un invito a commemorare la Giornata della Memoria presso i locali della Sinagoga in Castelreagh Street.

L’evento sarà suddiviso in due parti: durante la prima l’attore Nino Lo Giudice leggerà alcuni brani in inglese tratti dagli scritti di Hannah Arendt e alcune rime di Primo Levi tratte da Il demone occasionale nella traduzione curata da Marco Sonzogni e Harry Thomas, a suo tempo presentato dall’IIC. Alla lettura seguirà il rito tradizionale ebraico del venerdì sera, che sarà officiato dai Rabbini Benjamin Elton e Menachem Feldman.

L’appuntamento è per venerdì 27 gennaio presso la Great Synagogue (166 Castlereagh Street, Sydney) con inizio delle letture alle ore 18.00 in punto.

Gli intervenuti saranno fatti accomodare al piano terra della sinagoga, con uomini e donne separati all’entrata, in modo da non doverlo fare tra la lettura e il servizio. Per gli uomini sarà gradito un copricapo di foggia sobria.

Nino Lo Giudice (BA Hons Ancient History – Master of Science Coaching Psychology, Univ. of Sydney) ha acquisito esperienza in teatro, film (lungometraggi e cortometraggi), televisione, Tvc. Come attore, ha crediti professionali in lungometraggi australiani e diverse serie televisive e ha lavorato professionalmente in teatro. Ha conseguito il Bachelor in Arts nell’area di studio dell’Antica Roma. Altre materie studiate includevano Italiano, Recitazione, Storia medievale e moderna, Filosofia e Letteratura classica. Nel 2018 ha conseguito il Master specializzandosi in Coaching Psychology.

Benjamin Elton è rabbino capo e primo celebrante presso la Great Synagogue dal 2015. Nato a Manchester, in Inghilterra, Elton ha conseguito un Master in Storia al Queens’ College di Cambridge e un dottorato di ricerca in Storia ebraica alla Birkbeck, University di Londra. Ha studiato per quattro anni alla Yeshivat Chovevei Torah (YCT) a New York. Ha pubblicato Britain’s Chief Rabbis and the Religious Character of Anglo-Jewry, 1880-1970 ed è autore di numerosi articoli sulla storia religiosa anglo-ebraica e australiana. È anche socio onorario presso l’Università di Sydney, cappellano ebraico della Returned Services League (filiale NSW) e consulente rabbinico ortodosso in enti di primo piano.

Menachem Feldman è nato nel 1996 a Gerusalemme ed è cresciuto a Sydney. Ha svolto i suoi studi a Sydney, Los Angeles, Buenos Aires, New York, Gerusalemme e Mosca dove è stato ordinato rabbino. Prima di essere nominato rabbino presso la Grande Sinagoga di Sydney, ha servito come direttore per giovani adulti, co-chazan e rabbino associato a Dover Height Shule. Ha anche insegnato musica al Kesser Torah College. Il rabbino Feldman è appassionato del servizio comunitario ebraico, del lavoro pastorale, del chazzanut, della musica ebraica e dell’educazione ebraica.

L’ingresso all’evento è libero previa prenotazione  su eventbrite.com.au . Posti limitati. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform