direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Attivo un numero verde sull’iniziativa che promuove il rientro dei migranti nei Paesi di origine

RITORNO VOLONTARIO ASSISTITO

Una misura, finanziata dal 2009 da Fondo Europeo per i Rimpatri e Ministero dell’Interno, cui hanno aderito circa 3000 persone

 

ROMA – Da ottobre è attivo un numero verde – 800 72 20 71 – che fornisce informazioni sul Ritorno Volontario Assistito, iniziativa che promuove il rientro dei migranti nei Paesi di origine cui partecipa una rete di soggetti pubblici e privati (Rirva) co-finanziata dal Fondo Europeo per i Rimpatri e dal Ministero dell’Interno dal 2009. Il servizio di help desk gratuito – operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16 – intende informare migranti, operatori e cittadinanza sulla misura, sui progetti che accompagnano le persone nel percorso di ritorno nei Paesi d’origine e sulle modalità di contatto dei punti di riferimento territoriali della Rete Italiana sul Ritorno Volontario Assistito (RIRVA).

Si tratta di un’opzione cui sempre più migranti fanno ricorso, sia per una maggiore conoscenza dei servizi offerti dai programmi di ritorno, sia per la perdurante congiuntura economica sfavorevole che impedisce la realizzazione/prosecuzione del proprio progetto migratorio in Italia. Si è passati, infatti, da 228 persone accompagnate al ritorno nel 2009 ai 2.000 previsti entro giugno 2015, per un totale di 3.219 persone che in questi anni hanno usufruito di questa misura che aiuta i migranti a ritornare e reintegrarsi nel proprio Paese di origine

In base alle revisioni post-censuarie ISTAT e ai trend attuali, si rileva che, con continuità dal 2009, circa 200mila migranti iscritti in anagrafe si cancellano mediamente all’anno; se poi si osserva la situazione in Lombardia (rappresentativa in quanto nella Regione vive poco meno del 25% della popolazione migrante regolare e irregolare presente in Italia), è in crescita l’intenzione a lasciare l’Italia entro 12 mesi: si è infatti passati dal 9% del 2010 al 13% nel 2013 (fonte Orim).

Fanno parte della rete Rirva oltre 300 organizzazioni pubbliche e private presenti capillarmente sul territorio e in grado di informare direttamente a livello locale i migranti interessati ed aiutarli ad accedere alla misura realizzata da progetti che, in parallelo alla Rete, attuano i percorsi di ritorno.

Per l’annualità corrente (Programma annuale 2013), l’azione di rete è dotata di prodotti e strumenti informativi innovativi e di presidi territoriali: il numero verde/ help desk ritorno  appunto – 800 722071, il sito www.reterirva.it che mette a disposizione materiali informativi plurilingue, una pagina facebook dedicata, l’attivazione di 14 punti di raccordo territoriale (focal point) per il supporto alla rete e l’informazione locale ai migranti, la realizzazione di sessioni informative in ogni regione, a breve da una App che permetterà agli interessati di accedere facilmente alle informazioni sulla misura.

Il progetto RIRVA  è gestito dal Consorzio Nazionale Idee In Rete con il Consiglio Italiano per i Rifugiati, Oxfam Italia, Gea, il Consorzio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali e il supporto della Fondazione ISMU. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform