direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Associazione Bellunesi nel Mondo, incontro a Pedavena delle Famiglie Ex emigranti

ASSOCIAZIONI

 

Oscar De Bona: “Fare gioco di squadra”. Presentato il libro dedicato al 50° dell’Abm

 

BELLUNO – L’unione fa la forza. Questo il messaggio uscito dall’incontro delle Famiglie Ex emigranti dell’Associazione Bellunesi nel Mondo svoltosi nella mattinata di sabato 11 marzo a Pedavena. L’incontro, moderato dal coordinatore delle Famiglie Patrizio De Martin, aveva l’obiettivo di fare il punto della situazione in merito alle attività dei sodalizi presenti in provincia di Belluno.

Lo stesso De Martin ha voluto ringraziare i presidenti presenti per quanto fanno: “Siete davvero la forza della nostra Associazione. Grazie per il vostro impegno e per la vostra costanza nel continuare a mantenere vive e attive le Famiglie che rappresentate”. Gli ha fatto eco il presidente Abm De Bona sottolineando come sia importante “fare gioco di squadra e supportare le Famiglie in difficoltà, magari unendosi”. A tal proposito è nata la volontà di unire le Famiglie di Seren del Grappa e di Fonzaso. Dello stesso parere anche le Famiglie di Quero e Alano, ma – come evidenziato dalla segretaria Romina Mazzocco (Famiglia di Quero. ndr) – “è importante che tale scelta venga presa non dall’alto, ma dai soci dei circoli se si vuole avere un effetto positivo”.

Il vice coordinatore Primo Minella ha invece comunicato che nel 2017 la Festa dei Bellunesi nel Mondo si terrà nel suo comune, Fonzaso, e ha invitato tutte le Famiglie a partecipare in modo attivo. Durante l’incontro sono state elencate le prossime iniziative in programma dai singoli sodalizi e vi è stata la richiesta di pubblicare, a cadenza mensile, sulla rivista “Bellunesi nel mondo”, tali eventi. Di seguito Dino Bridda ha presentato il libro dedicato al 50° dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Attraverso una serie di immagini sono stati illustrati fatti e storie riferiti all’emigrazione bellunese, alla nascita dell’Associazione e al suo futuro. “Siete voi i protagonisti di questi 50 anni – ha sottolineato Bridda rivolgendosi agli emigranti e soci presenti – io ho solo raccolto la vostra storia affinché possa essere trasmessa alle future generazioni”.

Durante la giornata è stato ricordato, a sei anni della sua scomparsa, Andrea, figlio Marco Perot presidente della Famiglia Ex emigranti “Monte Pizzocco”, e sono stati omaggiati il console onorario Vittoriano Speranza, la presidente della Famiglia Ex emigranti del Feltrino Mila Burlon e Luigi Querincig, per oltre trent’anni segretario della Famiglia Ex emigranti del Cadore. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform