direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Argentina, inaugurato a Rosario Centro Diurno per Anziani

ITALIANI ALL’ESTERO

Negli spazi della Missione Cattolica Italiana che gestisce il Centro insieme al Cai e all’Inas

 

Mariano Gazzola (Cgie/Maie): “Realizzato un vecchio sogno della comunità italiana, grazie all’impegno personale del presidente del Comites Franco Tirelli e alla sinergia tra associazioni italiane e Municipio”

 

ROSARIO – “Il 16 febbraio è stato inaugurato il Centro Diurno per Anziani italiano, una iniziativa del Com.It.Es. e del Municipio di Rosario, un vecchio sogno della comunità italiana che ha lavorato per quasi due anni in questo progetto, che da dicembre scorso negli spazi della Missione Cattolica Italiana fornisce ai connazionali anziani un servizio sociale, ricreativo e di supporto familiare, con lo scopo di promuovere la loro autonomia e di rimanere nel loro ambiente abituale”. Lo ha annunciato il vicesegretario per l’America Latina del Cgie Mariano Gazzola, presente all’inaugurazione insieme al presidente del Com.It.Es. Franco Tirelli, al sindaco di Rosario Monica Fein, il capo ufficio Coordinamento dell’Ambasciata di Italia a Buenos Aires Omar Appolloni, al console generale d’Italia a Rosario Giuseppe D’Agosto, alla ex senatrice Mirella Giai (coordinatrice Maie in Sudamerica) , e ai responsabili delle associazioni coinvolte nella gestione del Centro: padre Costanzo Tessari (Missione Cattolica Italiana), Eva Baccoli (Cai) e Marcela Parello (Patronato Inas). Presenti alla cerimonia anche i consiglieri del Comites, i funzionari dell’area sociale del Municipio, i presidenti e i dirigenti delle associazioni italiane di Rosario.

La cerimonia è iniziata con il benvenuto del presidente del Com.It.Es. Franco Tirelli che dopo aver ricordato il lungo percorso di gestazione della iniziativa ha ringraziato le associazioni che si sono unite per gestire il progetto, cioè la Missione Cattolica, il Cai e il Patronato Inas, e ha particolarmente ringraziato il Municipio di Rosario “per il sostegno economico e tecnico tramite le specifiche aree sociali che ha consentito di realizzare questo vecchio sogno della comunità italiana di Rosario”.. Da parte sua il cons. Appolloni ha trasmesso il saluto dell’ambasciatore Teresa Castaldo, e si è complimentato con il Comites e le associazioni della comunità e con il Municipio di Rosario per il lavoro in sinergia che ha reso possibile questa iniziativa. Il sindaco Monica Fein ha ricordato che sono tre i Centri Diurni per anziani del Municipio di Rosario, e che uno di questi sia della comunità italiana “è un atto dovuto di riconoscimento e di amore verso la cittadinanza italiana, che alla società argentina e alla città di Rosario ha dato tanti valori, come il rispetto, la convivenza, l’attaccamento al lavoro e l’impegno”.

Ha commentato il vicesegretario del Cgie Mariano Gazzola: “Spesso si dice che le strutture associative della nostra comunità sono ormai cosa del passato e stanno morendo. La realizzazione di questo progetto per i connazionali anziani della nostra città, dimostra proprio il contrario. Il Centro Diurno è stato possibile grazie al coinvolgimento del Municipio di Rosario e delle strutture associative italiane che si fanno carico della loro gestione. Ma è stato anche possibile grazie alla collaborazione delle diverse associazioni regionali che hanno contribuito con l’allestimento del locale. Fondamentale il lavoro del Com.It.Es. che ha voluto e promosso la collaborazione con il Municipio, e in particolare all’impegno personale del presidente Franco Tirelli al quale va riconosciuto il merito di questa iniziativa che sicuramente verrà replicata in altre città della Circoscrizione Consolare”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform