direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Approvato il Regolamento relativo all’istituzione del registro dei comuni onorari del Veneto

REGIONE VENETO

Da “Veneti&Veneti” dell’Associazione Veneti nel Mondo

CAMISANO VICENTINO (Vicenza)- È stato approvato il Regolamento relativo alla Legge Regionale n. 30 del 12 settembre 2017 riguardante l’Istituzione del Registro dei Comuni Onorari del Veneto.

L’iscrizione al Registro potrà essere “richiesta da tutti quei Comuni e quelle Associazioni d’Italia e di altri paesi nel mondo in cui sono presenti comunità di veneti e ricorrono tradizioni, usi, costumi e lingua riconducibili alla cultura e alla storia del Veneto e che intrattengono rapporti con comuni del Veneto o con organismi od associazioni di veneti e loro discendenti di altre parti d’Italia e di altri paesi del mondo”. L’iscrizione garantirà inoltre la possibilità di partecipare al “Premio annuale per comuni onorari del Veneto” che premierà il comune onorario veneto che maggiormente si è contraddistinto, nel corso dell’anno, per attività ed iniziative di promozione della cultura veneta.

Il primo articolo della sopracitata legge dichiara: “La Regione salvaguarda e promuove l’identità storica del popolo e della civiltà veneta e concorre alla valorizzazione delle singole comunità presenti in Veneto, in Italia e nel mondo”. La cultura della nostra Regione, come ha ricordato il consigliere regionale Luciano Sandonà lo scorso 5 settembre 2017 nel corso del suo intervento, si riflette anche nel Veneto costruito oltre i suoi confini: il lavoro, come valore di vita, da tramandare alle future generazioni; il senso del sacrificio, presente nei lunghi viaggi e nella patita lontananza dagli affetti familiari, nella fatica del lavoro e nella nuova vita da costruire, l’iniziativa imprenditoriale, che ha portato molti a raggiungere importanti risultati e a creare vere fortune, e soprattutto l’onestà, che ha caratterizzato il comportamento dei nostri concittadini all’estero e nelle altre regioni d’Italia.

Sono proprio questi elementi che hanno portato l’Associazione Veneti nel Mondo a promuovere e sostenere sin da subito questa importante iniziativa. E se le “radici profonde non gelano”, ci auguriamo che questo strumento sia accolto con altrettanta positività dalle nostre comunità all’estero e che queste possano sentirsi, ancor più, parte integrante della loro regione d’origine: il Veneto. (Aldo Rozzi Marin –Veneti&Veneti/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform