direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Approvata la ratifica dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo di Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale

CAMERA DEI DEPUTATI

Intervento in Aula di Fucsia Fitzgerald Nissoli (Des-Cd)

 

ROMA – Nella seduta di ieri la Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge n. 4254: “Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo di Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale, con Allegato, fatto a Roma il 27 maggio 2016”.  Nella seduta del 3 aprile scorso si era conclusa la discussione sulle linee generali, relatrice Francesca La Marca (Pd), v. Inform del 4 sprile, http://comunicazioneinform.it/conclusa-in-aula-la-discussione-sulle-linee-generali-del-ddl-di-ratifica-dellaccordo-tra-italia-e-costa-rica-sullo-scambio-di-informazioni-in-materia-fiscale/.

La deputata  Fucsia FitzGerald Nissoli (Des-Cd).intervenuta per dichiarazioni di voto, ha detto che l’accordo si inserisce  nel quadro della politica estera italiana in ambito fiscale, tesa a far sì che venga implementato il modello OCSE sul piano internazionale, per una più efficace lotta ai crimini contro il fisco e per la promozione, in un contesto fiscale chiaro e definito, delle nostre imprese all’estero.

“Si tratta – ha proseguitao la deputata eletta all’estero nella ripartizione del Nord e Centro America – di un accordo che potremmo definire, quindi, buono, sia in termini generali che per la consistente comunità italiana residente in Costa Rica, circa 5.437 iscritti AIRE. Ricordo, infatti, che l’Accordo si applica all’imposta sul reddito delle persone fisiche, IRPEF, all’imposta sul reddito delle società, IRES, all’imposta regionale sulle attività produttive, IRAP, all’imposta sul valore aggiunto, IVA, all’imposta sulle successioni, all’imposta sulle donazioni e alle imposte sostitutive.

Sottolineo, quindi, nuovamente, l’importanza dell’Accordo con un Paese che ha visto una prima presenza italiana sin dal XVII secolo in forma individuale, per poi diventare rilevante a fine Ottocento, con l’arrivo di operai italiani per la costruzione della ferrovia che portava dalla capitale all’Atlantico. Ma non possiamo dimenticare anche l’immigrazione più recente, quella imprenditoriale, di fine secolo scorso, che continua a tenere uniti i due Paesi anche sul piano umano. Ricordo, infine, che dal 2010 al 2014 il Costa Rica ha avuto come Vicepresidente della Repubblica il grande scienziato e ambientalista Alfio Piva, oriundo italiano, che si è laureato in medicina veterinaria presso l’Università di Parma nel 1963, per poi tornare a vivere e lavorare in Costa Rica, esempio chiaro di legami inscindibili tra i due Paesi, che vogliamo continuare a rafforzare anche attraverso accordi come questi”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform