direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Apertura del nuovo Italienzentrum all‘Università J.W. Goethe di Francoforte. Lectio magistralis del Prof. Carlo Ginzburg

EVENTI

Con il Patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Francoforte

 

FRANCOFORTE – L‘11 dicembre, alle ore 18:30, si inaugura ufficialmente l‘ Italienzentrum dell’Università  J.W. Goethe di Francoforte (P.A. Gebäude – Campus Westend) con ospite d‘onore il Professor Carlo Ginzburg (Scuola Normale di Pisa)  che terrà una Lectio magistralis sul tema “Il formaggio e i vermi nel 2019. Che cosa ci insegna la microstoria oggi?”.  Il Professore Carlo Ginzburg è uno storico, saggista e professore universitario. Figlio di Figlio di Leone e Natalia Ginzburg, studiò all’Università di Pisa e alla Scuola Normale, quindi al Warburg Institute di Londra; ha insegnato Storia moderna all’Università di Bologna e poi a Harvard (Boston), Yale (New Haven), Princeton e UCLA (Los Angeles dove fu anche titolare di una cattedra di Storia del rinascimento italiano). Dal 2006 al 2010 è stato docente di Storia delle Culture Europee alla Normale di Pisa.

Attento studioso degli atteggiamenti religiosi e delle credenze popolari all’esordio dell’età moderna, con il saggio Il formaggio e i vermi (1976, nuova edizione Adelphi 2019) il professor Ginzburg prende in esame le vicende di un mugnaio del XVI secolo, Menocchio, per due volte sottoposto a processo da parte dell’Inquisizione Romana. Condannato in prima battuta  al carcere  viene successivamente arso al rogo come recidivo e pertinace.

In questo libro Ginzburg evidenzia, ancora una volta sulla base di un’analisi delle carte processuali, i diversi aspetti dell’universo sorprendentemente variegato e gli orientamenti culturali, filosofici, politici e religiosi di questa particolare personalità del mugnaio Menocchio; figura straordinaria, percepita come anomala anche dai suoi compaesani, un uomo semplice ma intelligente, capace di un’ampiezza di letture e ricchezza  d’interpretazione dei libri letti, nonché di una dose d’ audacia nell’esporre e difendere le sue idee che  non finiscono di stupire e insospettire la “cultura dominante”. Proprio un caso eccezionale come questo può gettar luce su problemi storici e culturali di vaste dimensioni: dalla sfida alle autorità in una società preindustriale, all’intreccio fra cultura orale e cultura scritta. Come chiarisce la nuova postfazione, «Il formaggio e i vermi» è stato letto retrospettivamente come un esempio di microstoria. Seguirà dopo la lezione del Professor Ginzburg una tavola rotonda alla quale, oltre al professore, parteciperanno Martin Baumeister (Deutsches Historisches Institut in Rom), Massimo Rospocher (Italienisch-deutsches Historisches Institut Trient), Hans Aurenhammer, Christine Ott e Christoph Cornelißen, quest’ultimi professori dell’università  J.W. Goethe di Francoforte.  L’evento, a cui interverrà anche il Console Generale Andrea Samà, gode del Patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Francoforte ed è aperto al pubblico. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform