direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Aperto a Trieste il terzo Steering Committee del progetto IPA Balcani

LOTTA ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

Partecipano all’incontro i delegati delle forze di polizia di Albania, Bosnia Erzegovina, Kossovo, Macedonia, Montenegro e Serbia, insieme ad esperti del ministero dell’Interno croato e della Giustizia francese

Prefetto Porzio: “Più cooperazione internazionale per opporsi concretamente al crimine organizzato”

 

TRIESTE – Le commistioni sempre più frequenti tra crimine organizzato, traffico di esseri umani, di droga e armi, terrorismo e reati finanziari sono al centro del progetto IPA Balcani Occidentali, il cui terzo Steering Committee si è aperto oggi a Trieste.

Partecipano oltre al project leader, il prefetto di Trieste, Annapaola Porzio, i delegati delle forze di polizia dei Paesi partecipanti, Albania, Bosnia Erzegovina, Kossovo, Macedonia, Montenegro e Serbia, insieme ad esperti del ministero dell’Interno croato e della Giustizia francese, impegnati nelle attività come junior partner. Il prefetto Porzio ha aperto i lavori salutando i convenuti nel suo duplice ruolo di prefetto Trieste e responsabile del progetto: “mantenere la leadership del Progetto IPA Balcani  – ha detto – mi ha aiutato nell’intraprendere il mio compito in sede: qui, sul territorio, infatti, è ancora più evidente la necessità di una sempre più intensa e fattiva cooperazione internazionale per opporsi concretamente al crimine organizzato. Proprio qui le chiusure dei confini diventano in modo palpabile una forzatura inutile e fuori dal tempo. In definitiva, ho maturato la convinzione di quanto siano importanti per tutti noi e per il futuro dei nostri Paesi i principi fondanti dell’Unione Europea, di cui tutti noi sono certa vogliamo far parte”. Ai lavori della giornata partecipa anche il prefetto Sandra Sarti, vicecapo di Gabinetto del ministro Minniti, la cui presenza conferma l’attenzione che il ministero dell’Interno riserva al progetto che sta consolidando nell’area una vera comunità internazionale di operatori di polizia, capaci e desiderosi di lavorare insieme, scambiarsi esperienze ed informazioni e in grado di individuare – e a volte superare – le strettoie normative e procedurali che ancora sussistono. I lavori dello Steering Committee Meeting permetteranno di definire il piano operativo di lavoro fino a dicembre 2017, data di conclusione del progetto. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform